28
lug

Famiglie a distanza

Cosa fareste se vostro marito, stasera al rientro dal lavoro, vi comunicasse che è stato trasferito nel profondo sud (come è capitato a Claudio Bisio) oppure nel gelido nord? O magari ancora all’estero, in America, o a Londra o negli Emirati Arabi? La vostra famiglia potrebbe trovarsi a scegliere se stare tutti insieme, affrontando un trasferimento costoso e impegnativo oppure accettare che un componente, per un tempo più o meno lungo, viva stabilmente lontano da casa.

Claudia, 33 anni, palermitana, ha sposato Luca, cinque anni più giovane di lei. Lui ha deciso di riprendere gli studi, si è laureato e ha vinto un concorso per un posto in banca. Qualche mese prima della nascita della loro splendida bambina, ha discusso la tesi; qualche giorno dopo ha saputo la sua nuova sede di lavoro: Milano. Adesso vivono a distanza, lui ha assistito ai primi passi di Chiara via Skype, ogni due settimane rientra e se la mangia di baci, poi torna nel suo mono locale a patirne una nostalgia intollerabile. Luca e Claudia dormono insieme sei notti al mese.

Lara e Paolo hanno scelto di vivere con le valigie in mano. Lui è un pilota dell’aereonautica militare e ogni tre o cinque anni, viene assegnato a una nuova base militare. “Quando caricano il camion del trasloco, diamo indicazioni di tenere in vista il cartone con gli addobbi di Natale. Ci siamo sempre trasferiti in dicembre e nella nuova casa per prima cosa decidiamo dove fare albero e presepe”. Loro hanno due figlie che praticano sport a livello agonistico: fanno squadra fino a che il tempo della famiglia lo consente, poi migrano e ricostruiscono. “Abbiamo acquistato una cucina modulare con tutti i componenti indipendenti. Ci piace che il forno dove cuciniamo le torte di compleanno sia sempre lo stesso”.

Scegliere di spostarsi a volta è impossibile per mille motivi diversi e sono molte le famiglie che vivono queste separazioni forzate. Altre volte invece si decide di osare e s’intrecciano nuove trame dall’esito imprevedibile. Chi ha stipendi che lo consentono, può pianificare lo spostamento delle famiglia appoggiandosi ad agenzie qualificate per la ricerca della casa, delle baby sitter, per il supporto al cambio-scuola dei bambini, etc,.

So che ci sono alcune mamme che ci leggono dall’estero perché hanno deciso di seguire i loro mariti o il loro progetti professionali lontano dall’Italia e a fatica hanno costruito nuovi equilibri famigliari. Mi piacerebbe se ci raccontassero la loro storia, Vorrei anche che qualche mamma ci raccontasse la sfida di vivere con un marito a distanza: cosa fa sopravvivere i legami e cosa li minaccia? Buone vacanze a tutti e aspetto le vostre storie.

Pubblicato il 28 luglio 2011 - Commenti (2)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da lelli83 il 06/08/2011 03:17

Io ho vissuto con un papà a distanza. Partiva il lunedì mattina alle 4 e ritornava il venerdì sera alle 11. Mi ricordo alcune notti da bambina sognavo che fosse a casa, poi mi svegliavo e piangevo tanto. Nel periodo dell'adolescenza poi vedevo mio padre solo come uno che dà divieti anche a distanza per il solo scopo di "vietare". Con gli anni ho recuperato il rapporto con lui, in compenso quello che sembra irrecuperabile è il rapporto tra mio padre e mia madre. Se non costruisce la sua quotidianità giorno per giorno la coppia si sfalda... Se capitasse a me io non avrei dubbi: la famiglia deve rimanere unita.

Postato da Molly il 02/08/2011 15:47

Siamo fortunati questo problema per ora non ci riguarda e mi sembra che non dovrebbe essere un problema... giusto qualche trasferta di 10 giorni ma una volta l'anno... invece sono i mesi estivi che ci fiaccano un po' visto che li passiamo separati per far stare i bamibni in vacanza il piu' possibile ma, non potendoci permettere una aspettativa si fanno i turni con le ferie ... 10 gg io poi 10 lui poi altri io poi altri gg lui e si resiste fino a settembre... insomma nulla di che rispetto ad un trasferimento ma confesso che pesa moltissimo ... per noi e per i bambini... figuriamoci a vivere lontani... ci vuole coraggio... noi spesso ce lo diciamo l'importante e' stare insieme!

Pubblicita

Autore del blog

Noi mamme

Barbara Tamborini

Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di libri sull'educazione. Ha 4 figli.

Calendario

<<agosto 2022>>
lmmgvsd
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati