Il ruolo educativo della famiglia

Bacchini Dario, Essere genitori nella società conteporanea, Erickson, 2013, pp. 172

02/10/2013

In un’era di rapide e profonde trasformazioni sociali, la cui cifra è data dall’irruzione delle nuove tecnologie nella vita quotidiana che hanno trasformato la natura e la trama delle relazioni interpersonali, l’idea di dedicare un volume al ruolo educativo della famiglia può apparire obsoleta e fin troppo «tradizionale».
Fonte: Erickson
Eppure, a ben vedere, dinanzi alla perdita di autorevolezza che coinvolge tutte le istituzioni sociali e culturali, non è azzardato affermare che l’istituzione famiglia gode ancora di buona salute e resta tra i valori cui gli italiani attribuiscono maggiore importanza.
Partendo dalle domande che quotidianamente un genitore si pone nell’esercitare il proprio ruolo educativo — Meglio essere accoglienti o severi? Fino a che punto è opportuno controllare i propri figli? Come affronteranno l’adolescenza e la vita adulta i figli dell’adozione? Quando andranno via di casa i figli ormai divenuti giovani adulti? — gli autori dei diversi contributi coniugano il rigore scientifico con un’attenzione costante ai problemi concreti di genitori e figli, facendo di questo libro non solo una lettura preziosa per studiosi e ricercatori di psicologia sociale e dello sviluppo, ma un utile strumento per educatori e, soprattutto, per i genitori.

Preferiti
Condividi questo articolo:
Delicious MySpace

Pubblicita


Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo, 14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati