Parlare di omosessualità a scuola

Montano Antonella, Andriola Elda, Riflessioni e attività per la scuola secondaria, Erickson, 2011, pp. 130

29/08/2011

Cosa vuol dire per un giovane gay o una giovane lesbica subire quotidianamente atti di violenza verbale o fisica da parte di eterosessuali? Com’è la loro vita? Come ci si sente a essere esclusi e vittimizzati?
Fonte: Erickson
Ci sono ragazzi che sopportano il peso di crescere sentendosi etichettati come «diversi». La scuola rappresenta il contesto ideale per avvicinare questi giovani in difficoltà, fornendo loro sostegno e rassicurazione e garantendo un ambiente libero da pregiudizi.
Questo libro vuole essere una guida e un’occasione di riflessione per imparare a conoscere l’omosessualità, per affacciarsi con sguardo consapevole al panorama di omofobia e di pregiudizio che la circonda e per comprendere le aspirazioni, le difficoltà, il desiderio di famiglia e di amore di ragazzi e ragazze omosessuali.
Capire l’omosessualità, e farlo a scuola, dove le generazioni si incontrano e si scambiano modelli, conoscenze e sogni, è possibile, anche attraverso una serie di attività di sensibilizzazione, integrazione e educazione alla diversità e al rispetto.

Preferiti
Condividi questo articolo:
Delicious MySpace

Pubblicita


Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo, 14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati