Equità generazionale

Secondo Rapporto Cisf sulla Famiglia, 1991

Indice

In breve

05/04/2010


La formula utilizzata, già adottata con successo nel Primo Rapporto, è quella di un testo che intende presentare un’analisi di elevato rigore scientifico con un linguaggio accessibile anche ai non specialisti.

La tesi di fondo del volume è che la nostra società si trova a dover oggi risolvere un problema cruciale: quello dell’equità generazionale.

Che cosa deve essere dato a ogni generazione rispetto alle altre? Perché e come?

In particolare: di quale famiglia abbiamo bisogno per essere giusti verso le generazioni più giovani e verso quelle ancora non nate?
In uno scenario di bassissima natalità, di progressivo invecchiamento, di crescenti disagi sociali, le scelte delle famiglie italiane si trovano spesso a dover andare "controcorrente", e se nella misura in cui promuovono stili di vita solidaristici e "investono sui figli " nonostante un quadro legislativo, fiscale e previdenziale che penalizza fortemente la scelta procreativa e di cura della famiglia.

Le ricerche empiriche confermano che la nostra società non ama la famiglia come soggetto che trasferisce alle generazioni future valori, orientamenti, significati e senso del vivere.

Ci dobbiamo porre seriamente il problema di come la società possa pensare al proprio futuro in termini di ricambio delle generazioni e quale ruolo abbia la famiglia in tale processo. Dobbiamo innanzitutto, capire se e come le generazioni, oggi, possano pensare se stesse in quanto generazioni di famiglie.

Questo Secondo Rapporto si pone quindi al centro di un problema che interroga ogni lettore, e tutto il mondo scientifico: quale futuro per noi? quale futuro per i nostri figli? quale futuro per la società in cui viviamo?

Il volume presenta e discute alcune alternative possibili, rivolgendosi a tutti coloro che, in quanto studiosi, educatori, operatori, policy makers o membri di associazioni, sento il bisogno di "leggere e agire" in modo nuovo i rapporti fra le generazioni, in particolare perché sono mediati dalla famiglia.

Preferiti
Condividi questo articolo:
Delicious MySpace

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Pubblicita


Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo, 14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati