I costi dell'asilo nido

Fattori che c'entrano: Area geografica e l’avere un sindaco-donna. La Voce

08/01/2014

Da qualche anno in Italia si parla molto di asili nido e il dibattito si è focalizzato principalmente sulla centralità della loro funzione educativa, sulla loro rilevanza nell’aiutare le madri a conciliare vita lavorativa e carico di impegni familiari, sulle difficoltà di accesso a causa del ridotto tasso di copertura e sulle caratteristiche delle politiche tariffarie pubbliche e private. Minore attenzione è stata dedicata all’approfondimento degli effetti redistributivi a livello locale delle tariffe applicate negli asili nido pubblici tra utenti del servizio.
Cosa sappiamo sulle tariffe degli asili nido? Secondo un recente studio del ministero del Lavoro – che riporta i risultati di un’indagine nazionale sul sistema tariffario applicato nell’anno educativo 2008-2009 ai nidi di infanzia pubblici e privati – l’importo medio della retta massima applicabile è pari a 394 euro nei nidi pubblici, mentre ammonta a 487 euro in quelli privati e le rette richieste presentano un’elevata differenziazione a livello territoriale.

Leggi tutto


Istat, L'offerta comunale di asili  nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia

Alessandro Bucciol, Laura Cavalli, Paolo Pertile, Veronica Polin e Allessandro Sommacal
Preferiti
Condividi questo articolo:
Delicious MySpace

Pubblicita


Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo, 14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati