NEET – Giovani che non studiano e non lavorano

Rapporto Eurofound: Saving Europe’s 'Lost Generation' – European Policy Summit

23/06/2013

Il futuro immediato dell’Europa dipende dai 94 milioni di europei di età compresa tra 15 e 29 anni.
Oltre alle sfide che intere generazioni di giovani hanno dovuto affrontare al momento di affacciarsi al mondo degli adulti, questa generazione in particolare vivrà in un’epoca di piena globalizzazione e dovrà farsi carico della responsabilità di una popolazione sempre più vecchia.
È quindi motivo di grande preoccupazione il fatto che questi giovani siano stati così gravemente colpiti dalla crisi economica.
Nel 2011 i giovani occupati erano soltanto il 34%, la percentuale più bassa mai registrata dall’Eurostat. Le cifre  della disoccupazione sono inoltre l’ulteriore conferma di un mercato del lavoro che diviene sempre più difficile per le giovani generazioni; dall’inizio della recessione, la disoccupazione giovanile è infatti cresciuta di 1,5 milioni, raggiungendo quota 5,5 milioni (21%) nel 2011.
Per quanto accurate possano essere tali statistiche, esse non rispecchiano adeguatamente la reale situazione dei giovani, non da ultimo perché molti sono studenti e quindi classificati come al di fuori della forza lavoro. Per tale ragione, i responsabili politici dell’Unione europea stanno facendo sempre più ampio ricorso al concetto di NEET –“not in employment, education or training”. Il concetto è piuttosto chiaro e fa riferimento alle persone che attualmente non hanno un’occupazione, non seguono alcun tipo di formazione o non sono classificate come studenti. 
Si tratta dunque di una misura del distacco dal mercato del lavoro e forse dalla società in generale.
La presente relazione analizza la situazione sul mercatodel lavoro dei giovani in Europa, con un occhio di riguardoper il gruppo classificato come NEET.
Essa esamina i fattori determinanti per l’appartenenza al gruppo NEET e misura i costi economici e sociali dei NEET.  Inoltre, valuta in che modo i responsabili politici negli Stati membri abbiano cercato di aiutare i giovani a farsi strada nel mercato del lavoro.
Leggi tutto: testo integrale in inglese

In allegato sintesi in italiano

Preferiti
Condividi questo articolo:
Delicious MySpace

Pubblicita


Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo, 14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati