15
dic

Gustave Eiffel

Alexandre Gustave Eiffel (Digione, 15 dicembre 1832 – Parigi, 27 dicembre 1923) è stato un ingegnere e imprenditore francese.
Specialista in strutture metalliche, divenne famoso per la costruzione della Torre Eiffel (1887-1889) in occasione dell'Esposizione Universale di Parigi del 1889.

La famiglia di Alexandre Gustave Eiffel, dall'originario cognome Bönickhausen, era originaria della Renania e si installò a Parigi all'inizio del XVIII secolo. Un antenato, ritenendo il proprio cognome difficilmente pronunciabile dai francesi, aggiunse il termine Eiffel, derivante dal luogo nativo (Marmagen, nella regione tedesca dell'Eifel). Gustave Eiffel cambiò ufficialmente il suo nome nel 1879.
Gustave Eiffel nacque in un ambiente agiato: suo padre, ufficiale, aveva sposato una donna d'affari, imprenditrice nel commercio del legno e del carbone, con una solida fortuna personale.
Nel 1843 Eiffel entrò al collège Sainte-Barbe, prima di essere ammesso, nel 1852, alla École centrale des arts et manufactures a Parigi, quindi all'École polytechnique, dove ottenne un diploma di ingegnere chimico nel 1855.
Dopo essere stato impiegato per qualche mese alla polveriera di Châtillon-sur-Seine poi alla Compagnie des chemins de fer de l'Ouest, Eiffel nel 1856 incontrò Charles Nepveu, imprenditore specializzato in costruzioni metalliche che, grazie ai progressi della metallurgia, conoscevano in quegli anni una grande diffusione.
Il giovane ingegnere diede ben presto prova del suo talento. Nel 1858 la sua prima grande realizzazione, in collaborazione con Paul Régnauld, fu il ponte Saint-Jean (noto come la passerelle) a Bordeaux, sulla Garonna, lungo 509,69 metri. Qui, a soli ventisei anni, assunse la direzione del cantiere. Eiffel utilizzò allora per la prima volta l'aria compressa per la realizzazione delle fondazioni a pile tubolari, costituite ognuna da due colonne in anelli di ghisa di 3,60 metri di diametro, affondate a 16-17 metri al di sotto del livello medio delle acque.
Il ponte, collegamento delle linee ferroviarie della Compagnie des chemins de fer du Midi e della Compagnie du chemin de fer de Paris à Orléans, valse a Eiffel una prima notorietà nel campo delle costruzioni metalliche. Durante i lavori di costruzione, Eiffel salvò la vita a un operaio caduto nel fiume, tuffandosi in suo soccorso. All'inizio degli anni 1860 la collaborazione con Paul Régnauld lo portò a realizzare, nell'ambito del progetto della Ville d'Hiver dei fratelli Pereire a Arcachon, la passerella Saint-Paul e l'Osservatorio Sainte-Cécile. Nel 1866 Gustave Eiffel decise di fondare la propria società, acquisendo alcune officine di costruzione metalliche vicino a Parigi, a Levallois-Perret, allora nel dipartimento della Senna.
L'impresa ottenne allora molte importanti commesse per viadotti e edifici a struttura metallica in varie parte del mondo. L'apice della celebrità fu raggiunto con la costruzione della Torre in occasione dell'Esposizione Universale di Parigi del 1889. Tra le fonti di ispirazione, va citata la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano, con le sue strutture di ferro a vista.

Nel 1885 fu chiamato a sostituire Ferdinand de Lesseps nella realizzazione del Canale di Panama, ma l'impresa naufragò a causa delle enormi difficoltà finanziarie che portarono al suicidio del banchiere francese finanziatore e a guai giudiziari per lo stesso Gustave Eiffel, che fu anche condannato dal Tribunale francese. Negli anni seguenti Eiffel si occupò di aerodinamica, sfruttando le conoscenze derivategli dalla costruzione della torre.
Costruì, nel 1909 e nel 1912 due gallerie del vento e dimostrò sperimentalmente il principio del moto relativo: le forze esercitate su un corpo in quiete immerso in un flusso d'aria sono uguali a quelle che subisce lo stesso corpo muovendosi alla stessa velocità nell'aria in quiete.
Il concetto di questa galleria del vento è ancora oggi utilizzato. Durante la Prima Guerra Mondiale, Eiffel si occupò di ricerche sulle eliche, sulle ali d'aereo e sui proiettili. I suoi lavori portarono, nel 1917, alla concezione di un aereo da caccia monoplano. Dopo il conflitto, nel 1921, fece dono di tutte le sue installazioni allo stato francese. Eiffel morì nel 1923, all'età di 90 anni. Sulla Torre parigina che porta il suo nome, nello spazio che usava come studio, è stata posta una statua di cera che lo rappresenta.

Per una biografia completa si rimanda a Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Gustave_Eiffel

Curiosità - La Tour Eiffel è generalmente considerata uno degli esempi di arte architettonica più straordinari nel mondo.

Dal 1898 Eiffel aveva permesso a Eugène Ducretet di realizzare esperimenti di telegrafia senza fili fra la Torre ed il Panthéon, e offerto alla direzione del genio di finanziarli egli stesso.
Il generale Ferrié, che divenne poi amico di Eiffel, riuscì nelle prime comunicazioni di questo tipo favorendo la causa della torre insieme ai militari contro la demolizione. Fu così che la Tour Eiffel permise di comunicare con le navi da guerra e con i dirigibili, oltre che di intercettare i messaggi del nemico.
In questo modo fu possibile poi l'arresto di Gertrude Zelle, detta Mata Hari, e che furono mobilitati in tempo i taxi parigini per inviarli sul fronte della Marna dove divennero per sempre: «i taxi della Marna».
Nei periodi estivi la Torre Eiffel arriva ad allungarsi di ben 15 centimetri, grazie alla dilatazione dei materiali dovuta al caldo. Il 21 gennaio 1908, il primo messaggio radio a lunga distanza fu mandato dalla torre. Padre Theodor Wulf, nel 1910 prese delle misure delle radiazioni sia alla sommità che ai piedi della torre, scoprendone sulla sommità più di quanto previsto.
Scoprì in questo modo i raggi cosmici. Il 4 febbraio 1912 un sarto francese di origini austriache, Franz Reichelt, volendo collaudare uno speciale paracadute di sua invenzione, si gettò dal primo piano della torre: l'autopsia confermò che morì di crisi cardiaca prima di toccar terra, e che l'impatto con il terreno formò un cratere di quasi mezzo metro di profondità. Nel 1925 l'artista dell'inganno Victor Lustig "vendette" per ben due volte la Torre Eiffel come ferro vecchio. Nel 1929 la Torre perse il titolo di struttura più alta del mondo quando fu completato il Chrysler Building di New York.
Quando Adolf Hitler visitò Parigi durante la Seconda guerra mondiale, i Francesi disattivarono gli ascensori, in tal modo sarebbe stato costretto a salire i 1792 gradini fino alla sommità. I Francesi dissero che per causa della guerra era impossibile trovare il pezzo di ricambio, anche se poche ore dopo la partenza dei Nazisti gli ascensori funzionarono di nuovo.
Hitler rimase ai piedi della Torre Eiffel. Il 3 gennaio 1956 un incendio danneggiò la sommità della torre. Nel 1959 l'attuale antenna radio fu aggiunta sulla sommità. Negli anni ottanta un vecchio ristorante, che si trovava a metà altezza, fu smantellato con tutta la struttura che lo sorreggeva. Questo ristorante fu acquistato e ricostruito a New Orleans, Louisiana sotto il nome di "Tour Eiffel Restaurant" e più recentemente conosciuto come "Red Room". Dall'anno 2000, è illuminata da 352 fari e la sera scintilla ogni ora con 20.000 lampadine e 800 luci di festa; quest’illuminazione era stata realizzata per festeggiare il passaggio nel nuovo millennio, ma l’effetto suscitato nei parigini da questa meraviglia fu tale che non vollero più rinunciare e la torre è rimasta scintillante come allora.
Nel 2005, durante la candidatura di Parigi per ospitare le Olimpiadi del 2012 sulla torre fu messa un insegna raffigurante il logo per la candidatura della città. La torre ha ricevuto il 200.000.000° ospite il 28 novembre del 2002. Il 22 luglio del 2003 alle ore 19.20 scoppiò un incendio nella sala degli strumenti di trasmissione.
L'intera torre fu evacuata e l'incendio fu domato in 40 minuti. Non ci furono vittime.

Un video di René Clair

Pubblicato il 15 dicembre 2012 - Commenti (0)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Pubblicita

Autore del blog

Persone

Emilia Patruno

Giornalista. È nata a Torino e vive a Milano. Ama le persone e le parole.

Calendario

<<maggio 2024>>
lmmgvsd
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati