24 giugno 2012 - Natività del Battista


Natività di san Giovanni Battista


Luca (1,57-66.80)

Per Elisabetta intanto si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei. Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccaria. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». [...] Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio.


L’alba della salvezza

Dal popolo di Israele viene Giovanni il Battista. Suo compito è di annunciare, con la predicazione e con la testimonianza di una vita culminata nel martirio, l’atto supremo e definitivo della misericordia di Dio che si compie nel Figlio Gesù, unico e necessario salvatore di tutti. La novità del Regno di Dio che, sorto da Israele, raggiunge il mondo intero, ha nella nascita di Giovanni la sua alba luminosa.

Esso è dono gratuito che irrompe nel mondo nonostante l’incredulità che sempre tenta l’uomo: da una parte c’è Zaccaria che, all’annuncio della nascita di Giovanni, non crede alla profezia dell’angelo e, dall’altra, c’è Elisabetta che, sterile e avanti negli anni, si trova commossa davanti al dono di un figlio insperato, il cui concepimento era da tutti ritenuto umanamente impossibile.

Ma «nulla è impossibile a Dio», come dice l’angelo a Maria. Del resto, Giovanni porta un nome che significa “forza di Dio”, la forza che porta il mondo intero sotto la croce di Gesù, nostra salvezza. Giovanni nasce, vive, muore “precorrendo” questa grazia: viene al mondo per esserne testimone attraverso il martirio. Anche ciascuno di noi è chiamato a rallegrarsi e a lasciarsi afferrare dallo stupore, insieme ai parenti e agli amici di Elisabetta, per tutti i segni di salvezza che Dio opera.

Di più: tutti noi veniamo avvolti e penetrati dalla stessa forza che Dio ha dato a Giovanni perché il mondo venga avvertito che non c’è speranza per l’uomo se non nella volontà misericordiosa del Padre che «tanto ha amato il mondo da dare il Figlio unigenito». La Chiesa precorre ancora, come Giovanni, l’annuncio del Vangelo: sa di anticipare con le sue parole e i suoi gesti l’azione divina che solleva l’umanità dal proprio limite assoluto, il peccato. Esso è opera del nemico del Regno, il diavolo, che da sempre tenta di strappare a Dio l’uomo e colpirlo nella sua dignità di creatura e di figlio.

La Chiesa sa di essere investita di questa formidabile responsabilità; sa che l’opera di Giovanni è narrata dai Vangeli come esempio e appello per lei. Invochiamo allora il Signore perché ci sentiamo investiti dalla “forza di Dio” in vista della più sconvolgente delle notizie che l’umanità abbia mai ascoltato: «Preparate la via del Signore», di colui che, comeè venuto in Gesù di Nazaret, così ancora oggi viene, e sempre verrà nei tempi futuri a offrire misericordia e speranza.

Anche oggi noi guardiamo al Vangelo e diciamo la nostra gratitudine perché tutto ci smuove ad annunciare che Dio è Padre buono, che nessuno è solo al mondo, che ognuno ha nello sguardo alla croce la ragione più forte per lasciarsi coinvolgere nell’opera di Dio, che ha senso venire al mondo e spendersi, come Giovanni, per un bene così grande: siamo tutti chiamati a essere espressione della forza d’amore con cui Dio continua ad attrarre a sé il mondo.

Pubblicato il - Commenti (0)

Pubblicita

Autore del blog

Rito romano

In queste pagine potete trovare il commento alla liturgia domenicale e festiva secondo il RITO ROMANO, curata dal cardinale Dionigi Tettamanzi. 

Calendario

<<febbraio 2024>>
lmmgvsd
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati