03
ago

Tasse, evasione fiscale e coscienza civile

In questo momento di crisi economica per il Paese, soprattutto per i meno abbienti, il problema dell’evasione fiscale è immorale. Oltre che odioso. Le tasse evase significano maggior peso per chi le paga e minori servizi essenziali. In qualche caso, l’evasione può diventare “complicità” in omicidio colposo. Come, ad esempio, nella Sanità. Per un cristiano la denuncia degli evasori è un obbligo etico. Altrimenti si pecca di omissione. Nella realtà dei piccoli paesi, la denuncia non può che essere anonima. Ma è più grave l’evasione fiscale o la delazione?

Roberto

Su tasse ed evasione fiscale la coscienza civile dei cittadini è poco formata. Tra corruzione e non contribuzione, alle casse dello Stato vengono a mancare cifre pari a diverse finanziarie. Soldi sottratti ai servizi sociali e alle necessità dei più poveri. Da recuperare con l’aggravio dei contributi ai cittadini. Tartassati al di là delle loro possibilità. I cristiani devono distinguersi per sensibilità sociale e amore di giustizia. Non si può andare a Messa e, al tempo stesso, sottrarsi al proprio tributo per il “bene comune”. Né è corretto giustificare l’evasione, come forma di compensazione occulta contro lo Stato “vampiro”. È un pericoloso alibi al disimpegno etico. Ma gli amministratori pubblici che sprecano i “soldi di tutti” o ne abusano per interessi personali, vanno denunciati. Quanto alla delazione, sia pure a fini buoni, sarei estremamente cauto

Pubblicato il 03 agosto 2011 - Commenti (33)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da folgore il 18/08/2011 03:04

Leggo che "secondo La Stampa: In casa Juventus, Gigi Buffon, forte dei sui 10,5 milioni di euro all’anno, potrebbe ritrovarsi senza 530mila euro. All’Inter, Julio Cesar dovrebbe rinunciare a 400mila euro. Restando a Milano, sponda rossonera, Zlatan Ibrahimovic potrebbe vedersi decurtati ben 800mila euro. Il capitano giallorosso Francesco Totti, infine, rischia di perdere 400mila euro.". (vedasi http://www.tgcom.mediaset.it/economia/articoli/1018736/manovra-i-calciatori-non-vogliono-pagare-%3Cbr%3Eil-contributo-di-solidarieta.shtml). VIVA L'ITALIA. A pagare, come volevasi dimostrare, saranno sempre quelli. Una bella felicità leggere queste cose per un padre di famiglia che non riesce a sbarcare il lunario! P.S. Se mi danno i loro stipendi mi impegno a pagare aliquota quadrupla e non sono doppia come vorrebbe il Ministro Calderoli.

Postato da folgore il 17/08/2011 02:28

Allora, evidentemente, non sapete che anche l'incorruttibile Robespierre non terminò la sua vita in modo tranquillo. Questo perché a fare la gare degli epuratori si rischia sempre di trovare uno che ti epura. Ora, a parte che o scrivo in aramaico o non mi sovviene il perché, io non sono certo un evasore in quanto sono DIPENDENTE e notoriamente chi è DIPENDENTE vede tutta la sua paga segnata e le entrate sono tutte CHIARE e TASSATE. Anche a me possono stare antipatici gli evasori ma, scusate se ve lo ripeto, non è promettendo galere per chi evade ma dando anche servizi adeguati che si invoglia la gente a pagare le tasse. Padoa Schioppa diceva che le tasse sono bellissime, ma se servono a pagare SERVIZI (sanità, etc.) da paese civile. Se io prima devo pagare la sanità e poi i ticket la cosa diviene assurda. Anche perché il ticket lo pagheranno non i RICCHI, ma chi paga le tasse per quello che guadagna, ovvero i soliti ONESTI (vorrei dire i soliti COXXXXNI, ma lasciamo perdere). Se poi non si parla mai di quorum o quoziente familiare la cosa diviene tragica. E, scusatemi, se io devo scegliere tra pagare le tasse e avere i soldi per mantenere la famiglia sapete che non faccio tanto a scegliere. Perché questa sarà la domanda di tante famiglie, sopratutto quando nel 2012 (Unico e 730 del 2013) si troveranno con detrazioni familiari non aumentate ma addirittura abbassate. Se lo volete saper come la penso, questa Finanziaria è - salvo mutamenti - il canto del cigno del Premier. Solo che rischia di essere anche lo stesso canto di questa politica e dell'Italia. Se non l'avete notato che campa meglio con la globalizzazione sono, infatti le dittature.

Postato da giancarlochiari il 16/08/2011 03:25

folgore, mi sembri un po' lento a capire, tanto più quando scomodi Robespierre, di cui temo tu abbia letto poco: in Francia, quando andò al potere lo chiamavano l'incorruttibile, e che lo fosse lo constatarono a loro spese quelli che persero la testa per averci provato. (vai ad Arras e ne trovi ampia documentazione). Ciò detto vorrei aggiungere che il metodo non è condivisibile nè raccomandabile, ma visto ccome se la passano gli evasori italiani a differenza dei loro colleghi americani che in galera ci vanno anche per evasioni molto minori di quelel che sono emerse in questi anni forse anche in Italia ci vorrebbe un ministro sveglio e incorruttibile (senza ghigliotttina ovviamente) con la possibilità però di mandare veramente dietro le sbarre chi evade e chi corrompe perchè son ladri e ben più pericolosi per la comunità dei ladri che ti entrano in casa o che rubano al supermercato. Le tasse son belle come diceva Padoa Schioppa perchè sono l'espressione vera di una comunità che pensa a tutti con il contributo di tutti

Postato da santrev il 16/08/2011 00:20

@Folgore - Dimmi con chi vai e ti diró chi sei, forse ci azzecchi, da solo. Per quanto riguarda Robespierre, ti riferisci a quello di John Hardman o alla biografia di wikipedia?

Postato da folgore il 15/08/2011 11:15

@ Santrev. Vatti a leggere l'esperienza del Movimento Popolare. Alla caduta della DC, con cui stava, ogni democristiano scelse la sua via. E anche il Movimento Popolare idem. Cosa ci azzecca andare a vedere quella via non colle idee ma colla condotta del Premier, beh lo sai solo tu. Mi sembra roba da Robespierre....

Postato da giancarlochiari il 12/08/2011 13:00

dire che la coscienza degli italiani in tema di tasse è poco formata i sembra una gentilezza, forse bisognerebbe dire che è deformata, cioè è il prodotto di una fomrazione metodica e diffusa. Il tema è stato sviluppato dal cav (ma perchè la maggior parte degli imbonitorio e dei truffatori si chiamano cavalieri?) con interventi prima con le tv, poi con il calcio (tutti hanno dimenticato l'affaire Lentini?), poi con le dichiarazioni pubbliche da primo ministro, perfino offensive (gli italiani dorvebbero ricordare che ha chiamato coglioni quelli che votavano altri proprio per la politica fiscale che proponevano), dichiarando sempre che le avrebbe ridotte ma in realtà aumentandole regolarmente ai soliti poveri cristi. in tutto questo sqauliddo panorama, decisamente contrario ai vaolri del vangelo, gran parte delel gerarchia si è preoccupata solo di avere strani privilegi a spese dei diritti dei cristiani d'Italia. non so se si possa formare un cittadino corretto: la natura umana è fragile, ma debole fin che si vuole il buon Dio non ha creato l'uomo perchè fosse un ladro, un fedifrago, un impostore. ossservando certi comportamenti di cardinali e vescovi più attenti alla diplomazia (?) che al vangelo, la gerarchia della chiesa italiana si deve dare una mossa, ma un mossa seria, perchè chi ruba e costrruisce fortune non affama solo gli italiani ma uccide anche i paesi poveri che hanno spesso bilanci inferiori alla perdite (o ai gudagni) di borsa di un solo giorno. se la gerarchia non predica e non pratica la legalità in tutto e per tutto temo sia difficile far vivere il vangelo: la buona novella vuole uomini di buon volontà, capaci di seguire i comandamenti a partire da Ama il prossimo tuo come te stesso

Postato da santrev il 10/08/2011 23:35

@Folgore - Scusa non sapevo delle due anime di CL. Io mi riferivo all'anima che, con la complicitá della gerarchia della chiesa, sperpera, se va bene, o magari forse ruba i soldi pubblici degli italiani che pagano le tasse. Per te sará anche lecito, per me no! La chiesa ha un altro compito da assolvere che non é certo quello di manipolare soldi e di mettere al primo posto il potere. Lo stato pontificio, rimanga dentro al confine del Vaticano. Della gente come Lupi o Formigoni che non trovano nulla da dire della vita dissoluta del nostro premier non me ne frega niente. Ma se sono rappresentanti di CL, non posso assolverli per il fatto che, come mi hai spiegato tu, fanno parte dell'ala adetta alla manipolazione del denaro pubblico! Questo discorso vale in tutti i casi, anche se questi signori facessero parte di un governo di altro colore. Perché, come é stato oramai spesso comprovato, questa gente sale sempre sul carrozzone giusto, quello del dio denaro, purtroppo, e il colore del partito che governa per loro non é importante! I soldi sono sempre ben accetti in Vaticano, anche quando arrivassero dalla banda della magliana... Poi a noi ci raccontano che esiste l'inferno e ci raccomandano di osservare i Comandamenti. Sembra invece che per Lupi e Formigoni il numero dei comandamenti sia stato ridotto! Vista la tua difesa ad oltranza dei parlamentari cattolici, volevo segnalarti che nemmeno il comportamento di Giovanardi mi sembra nei fatti tanto coerente con il vangelo, ma questo sará oggetto di qualche altra futura discussione.

Postato da folgore il 10/08/2011 21:39

@Vicario di Cristo significa che ne fa le veci non che sia una fotocopia o che sia anche lui Figlio di Dio! Basta leggere il catechismo....

Postato da Franco Salis il 10/08/2011 12:44

@ aldo abenavoli il 10/08/2011 09.54,sono d'accordo con te sulla analisi e su chi far pesare maggiormente gli ormai improcastrinabili sacrifici.Attento alla patrimoniale che non sia come la così detta "cedolare secca" che colpisce i detentori "poveri" e favorisce quelli che hanno molti immobili.L'intervento del Papa appare inopportuno (ma per favore non chiamarlo "vicario di Cristo" perché così chiamavano anche Alessandro VI,perché così si poteva assicurare e giustificare tutta la nefandezza del tempo,ché ché storici da strapazzo ne pensino oggi).E' meglio affidare questo compito al Presidente della CEI che essendo cittadino italiano,non può essere accusato di interferenza alla pari di qualsiasi altro intervento di autorità religiosa,civile,spirituale,militare NO.Delle eventuali accuse estese anche a lui non me ne importa niente,nè mi può importare il riferimento di altre accuse.Nessuna colpa è oggi paragonabile al disastro del governo.Ciao

Postato da folgore il 10/08/2011 10:52

Salis, vedi che il Franciacorta si produce in Lombardia (Brescia per la precisione) e che un dipendente come me non ha libri contabili da tenere. Inoltre nessun cittadino italiano è tenuto, salvo legge contraria per certe persone solamente, a trattenere gli scontrini ad una distanza superiore di 200/300 metri dall'esercizio pubblico (bar, barbiere etc.) che li abbia rilasciati. Se poi vuoi mandarmi la Guardia di Finanza fai pure, non ho niente da nascondere.

Postato da aldo abenavoli il 10/08/2011 09:54

Questo è un momento cruciale per il paese e per il pianeta, perché stanno venendo fuori delle proposte che potrebbero alleviare le difficoltà contingenti e porre le basi per un futuro dove la speranza torni a risplendere. Mi riferisco alla idea di introdurre una patrimoniale sulle grandi ricchezze che è ispirata alla Costituzione e alla dottrina sociale della Chiesa la quale nella Sollicitudo Rei socialis invita "ciascuno a contribuire secondo le proprie forze al comune sostentamento". La proposta può rappresentare una svolta ma è necessario che sia accompagnata da una forte iniziativa per combattere l'evasione, come potrebbe essere quella di imporre ai contribuenti fantasma(quelli che che non hanno mai fatto la dichiarazione) di presentare una autocertificazione con la denuncia dei redditi degli ultimi 10 anni. Al di là dei contenuti la Chiesa , oggetto di numerose critiche nel momento in cui da l'impressione di indebita intromissione nelle faccende dello Stato, potrebbe e dovrebbe assumere, nella persona del Vicario di Cristo, una iniziativa forte per convincere gli stati del mondo a chiedere alle classi abbienti di assumere sulle loro spalle l'onere del risanamento. Sarebbe questa una indebita ingerenza? Non credo.

Postato da Franco Salis il 10/08/2011 00:14

@folgore il 09/08/2011 19.03,preparami un bella bottiglia di barolo o meglio visto che sei veneto uno spumante di francia corta millesimato docg,(il mio preferito è quello a tutto pastoquesto vino spumante chiamato così per il disciplinare ma è molto superiore al più famose dello champagne) vale a dire che si comina bene sia con carne che comn pesce)perchè in questi giorni vengo a casa tuo gradito ospite e controllerò tutte le ricevute fiscali del barbiere parrucchiere dell'estetista del riparatore auto dell'imbianchino etc idraulico,abiti etc e così vediamo se le tasse le paghi tutte.Poi incaricherò la finanza,io non ho titolo,di verificare i libri contabili(non sono tanti quelli degli artigiani) e se costoro hanno versato l'IVA all'erario o se se l'anno intascata,Roma ladrona!,preparati le proposte per i disordini di Londra. Ciao

Postato da Franco Salis il 09/08/2011 23:59

@ Folgore ore 19.03 ha ragione non tutti i ciellini sono grassi,non hanno mangiato abbastanza.E in religioso silenziosi lavano i panni in casa.

Postato da folgore il 09/08/2011 19:03

Premesso che, come dipendente, le tasse le devo pagare tutte, mi viene da fare una domanda a don Sciortino. E' bello vedere uno spot dello Stato in cui l'Agenzia delle Entrate mi afferma che se uno non pagasse tutte le tasse non avrebbe poi la sanità, le scuole etc. e poi vedere che il cittadino (pagate le tasse) deve anche pagare i ticket sulla sanità e le tasse scolastiche etc.? E' bello vedere che se voglio avere un servizio celere devo magari rivolgermi al privato (pur pagando per un pubblico che non usufruisco)? Pagare le tasse è giusto, certo, ma essere trattati da sempre, ripeto da sempre, come sudditi non è bello! E se hai famiglia vedere che pure ti pigliamo per....diciamo in giro affermando che alla famiglia i politici ci tengono è veramente una cosa che fa girare le....lasciamo perdere cosa. Ma forse intendono la loro famiglia?

Postato da folgore il 09/08/2011 14:04

@giancarlochiari Tenuto conto dello stato della sanità lombarda io opterei per dare il Ministero della Salute a CL.

Postato da giancarlochiari il 09/08/2011 01:33

Date a Cesare ciò che è di Cesare, date a Dio ciò che è di Dio: non è certo l'affermazione di uno qualsiasi, è l'affermazione di Cristo, che tra l'altro afferma anche 'guai a chi è autore di scandali: meglio sarebbe per lui mettersi una macina al collo e gettarsi nelle Geenna" e nel discorso della montagna invita ad avere sete a fame di giustizia. Davanti allo stratosferico buco di bilancio italiano bisognerebbe chiedersi quale sia la responsabilità dei cattolici, invece di chiudersi gli occhi e dire che è colpa delle sinistre. Perfino mister B. non ci riesce più: nelle ultime dichiarazioni ha detto che è colpa dei governi del CAF e Craxi (dimenticando che quest'ultimo lo ha beneficiato di privilegi che ne hanno fatto l'uomo più ricco oltre che più 'prescritto' d'Italia) evitando accuratamente di nominarli ma indicando con precisione i riferimenti temporali. Folgore ovviamente non ha sentito e se ha sentito non ha capito o ha dimenticato, così come ha dimenticato che CL e la Compagnia delle opere controllano la sanità pubblica lombarda certo non in nome di Cristo ma servendosene spudoratamente. Formigoni, che ha perfino falsificato le firme del suo listino, è figlio di CL e CDO, e non ne fa mistero. Qualche volta mi domando che differenza ci sia, se non quella che non usano armi e bombe, tra queste due associazioni e la mafia: negli ospedali è evidente che per fare carriera i medici devono passare da queste forche caudine, è evidente che i direttori generali, che scelgono i primari, o sono targati CL CDO o Lega o non fanno strada: ma un tessera o una targa sono meriti? e che rapporto hanno con la fede? e che rapporto c'è tra Il san Raffaele che compra una linea aerea nell'altro emisfero o una piantagione di mango e la giustizia sociale del discorso della montagna. Il perverso intreccio tra una religione vissuta a chiacchiere,( dalla messa della domenica con il vestito bello, ai comandamenti riveduti e corretti - ama il prossimo tuo come te stesso è diventato in salsa leghista ama il prossimo tuo se non è straniero e povero - , dalla scarsa attenzione alla meditazione e alla preghiera, dall'ancora più scarsa lettura di Bibbia e Vangeli, diventati spesso libri d'arte da infilare in libreria con libri mai letti, mi ricorda molto le riflessioni di Sant'Agostino nella Città di Dio. Leggendo gli articoli di FC e le risposte di alcuni blogger viene da pensare con amarezza che i profeti sono poco ascoltati da un popolo che confonde Dio con l'euro. L'Italia ha avuto la De rerum novarum che con il comunismo condannava più di un secolo fa il capitalismo e il liberismo senza regole, ha avuto la Pacem in terris, che condannava con tanto di scomunica la guerra (siamo tra i primi esportatori al mondo di armi), ha avuto la Humanae salus, la Redemptor hominis, per citare pochissimi documenti, ha avuto preti come don Mazzolari, don Minzoni, don Gnocchi, don Milani, don Zenga, vescovi e papi che hano scritto e parlato ... eppure come dice il vangelo non si possono servire due padroni, tra Dio e il danaro l'impressione è che la scelta sia la seconda, per cui va bene una religione annacquata, che in mancanza di esempi vissuti sia imposta con le leggi. Adesso il tema son le tasse: questo governo il cui capo ha tuonato contro le tasse dicendo che l'evasione tutto sommato era una cosa giusta (lo ha anche dimostrato) adesso chiede di pagare le tasse, più tasse ma sempre ai soliti. Dopo avere eletto il mercato a regola di vita per arricchire sempre gli stessi (basta guardare le dichiarazioni dei redditi di Formigoni e di Berlusconi alla loro entrata in campo e ora) adesso continueranno a chiedere sempre agli stessi di stringere la cinghia promuovendo con la riduzione dei redditi della persone più povere quello che si dichiara di non volere come cristiani. Aborto, divorzio, convivenze e perfino furti e rapine sono spesso le dirette conseguenze di qualcosa che non è povertà ma miseria: se non riesci a mettere insieme il pranzo con la cena quando mai ti formi una famiglia, e quando mai una ragazza madre in un famiglia povera non pensa all'aborto? troppo facile proibirlo per legge, forse l'unico vero modo è un altro: pagare tutti le tasse, a partire dai più ricchi per avere risorse adeguate a tutelare veramente la vita. Volendo le risposte si trovano, basta ricordare e cercare

Postato da Franco Salis il 08/08/2011 19:32

@ folgore. Tanto per stare in tema ti rimando al discorso del Papa: Il discorso del Pontefice ai sacerdoti romani. "Guai a nascondersi dietro le proprie debolezze L'uomo è ferito dal peccato, ma con l'aiuto di Cristo esce dall'oscuramento della propria natura" Papa: "Rubare e mentire non si giustificano Essere umani vuol dire volere giustizia" su Avvenire .it del 18.02.10 puoi trovare il servizio completo come del resto su altri giornali. Mi vanto di avere due figlie che, rifiutando un certo volgare andazzo, hanno preferito andare all’estero, in U.K. precisamente, dove è notorio conta solo la meritocrazia. Da lì si spostano inseguendo il lavoro confacente agli studi fatti,in qualsiasi parte del mondo. Mi vanto che si vergognino di essere individuate come italiane perché diventerebbero subito oggetto di scherno a causa di chi ci governa e di chi sostiene questo governo. Non sono affette da stupido nazionalismo,ma serbano in cuore la loro Italia. Corròn non c’entra niente,ma non pretendere che ti faccia la lezione di antropologia culturale.Ciao

Postato da folgore il 08/08/2011 15:19

@santrev: l'On. Lupi è solo un esponente di C.L. Con tutto il rispetto per la sua persona, non è Carron. Ma poi che lo dico a fare che magari non sapete neanche chi è Carron...

Postato da folgore il 08/08/2011 15:17

VIVA L'ITALIA. Se uno parla di Padania o di Borboni allora si inizia una reprimenda inserendo anche il Magistero per fare i patrioti. Ma poi si è contenti che qualcuno all'estero non viene riconosciuto come italiano (arabo, cinese, magari anche dello stato più sperduto ma non italiano). E su CL una piccola chiosa: la parte che io difendo è quella religiosa di CL. Se non hai bene presente la differenza me ne dispiace, magari andando a leggere gli scritti lo vedresti cosa intendo.

Postato da Negroangelo il 08/08/2011 15:02

Il Carroccio non sa come giustificarsi con i propri sostenitori e la piccola Industria del Nor – Est e del Nord – Ovest ! E’ a corto di attenuanti credibili e sa bene che sarà dura trovare scuse alquanto credibili per la Manovra Economica ANTIPOPOLARE che ha appoggiato con il PDL ! Vedremo se forse finalmente la gente ha capito che non gliene fotte proprio niente dei suoi Elettori e sostenitori, ma che gli interessa a Roma mantenere i posti di prestigio che riveste in seno al Transatlantico !

Postato da santrev il 08/08/2011 09:20

Qualcuno qui sta chiedendo maggior rispetto per CL. Vorrei far osservare che un esponente di spicco di questa organizzazione, parlo dell'on. Lupi eletto nel PDL, é tanto preso dai problemi delle famiglie italiane e quindi anche cristiane, che ha organizzato il viaggio in Terrasanta di oltre 100 parlamentari. Io non so ancora come faró a sbarcare il lunario se i tagli ipotizzati da Berlusconi e sorretti dagli esponenti di CL, verranno posti in essere da questo governo! Il rispetto ognuno se lo deve conquistare con i fatti e non mi sembra che CL nei fatti meriti rispetto. Sorreggere un governo come questo, come fanno gli esponenti di CL, al solo fine di garantire introiti al Vaticano che poi come si vede in questi giorni saranno utilizzati per salvare il s. Raffaele, che cosa c'é di cristiano da meritare tanto rispetto?

Postato da Franco Salis il 07/08/2011 19:19

Il Der Spiegel era solo un giornale. Mentre "pizza, mandolino e spaghetti" era solo folclore,se vogliamo promozione turistica. Quando gli stranieri venivano in Italia,non cercavano il brevetto dell’ultima tecnologia avanzata,ma appunto la pizza,forse sei l’unico cui non piace o forse non hai gustato quella D.O.C., ti ricordi quella canzone che diceva “e la principessa indiana solo pizza vuo magnar”.Il mandolino mette allegria,e agli spaghetti non ci rinuncia nessuno,ma è questioni di gusto. Quando mi chiamano “sardignolo” o terrun mica mi offendo,ma devo precisare che sono sardo( i sardignoli si intendono gli asini della Sardegna),e io li chiamo “polentum”. Non sono un sardo doc perché la presenza della “S” finale tradisce l’origine spagnola. I miei tratti somatici sono marcatamente medio orientali,tanto che all’altra mia figlia si rivolgevano parlandone in arabo(di cui non capiva una parola) e/o l’avvertivano che nel gelato appena comprato d’era dell’alcool vietato ai mussulmani. Sull’aereo che la portava da Londra a Schang-hai,l’hostess,vedendola preoccupata, le si rivolse in cinese,senza che ne capisse una parola. Ora all’Università internazionale di Jilin dove insegna italiano e pianoforte a delle ragazze che devono venire in Italia per studiare pianoforte, la confondono per cinesina anche perché parla quasi fluente il mandarino. Come vedi non ho figlie “bamboccioni” E chi non se ne frega. Ciò che disturba non è l’appartenenza alla patria che ti ha dato i natali,ma piuttosto il fatto che per colpa di un omuncolo tutto il mondo e non il solo il Der Spiegel, da te citato, associa l’italiano al “bunga bunga”.Dici “In quanto a C.L. penso che si debba trattare con maggior rispetto un movimento ecclesiastico” sbagliato,molto sbagliato. Esprimere motivati giudizi critici non è mancanza di rispetto. La Chiesa cattolica,fedele all’insegnamento di Gesù,non caccia nessuno. Non ha cacciato Marcinkus,anzi lo ha protetto. Non caccia Pontifex che non ha nulla di cristiano,non caccia don Giorgio de Capitani, don Farinella. Non confondiamo però l’accoglienza sempre dovuta con la critica cui si sottopone chiunque scriva o agisca.Ciao

Postato da folgore il 07/08/2011 14:39

Salis, lascia perdere. Un tempo sul giornale Der Spiegel era apparsa una rivoltella su un piatto di spaghetti, simbolo dell'Italia (secondo la copertina del giornale) d'allora. Risultava così l'Italia? No, ma andava bene ritrarla così a qualcuno. Poi l'Italia è tutta un "pizza, mandolino e spaghetti". Risulta così? No, ma va comodo a qualcuno ritrarla così. Tra l'altro a me la pizza non piace e il mandolino non m'interessa (come a tanti italiani, del resto). Poi se dicevi italiano ti replicavano un bel "mafioso?". Beh, fino a prova contraria, io con la mafia, o meglio le mafie, non ho nulla a che spartire. Eppure come italiano ero, per qualcuno, automaticamente un mafioso. Pertanto lascia perdere il "bunga bunga" che chi ritrae gli italiani così è una persona da compatire. In quanto a C.L. penso che si debba trattare con maggior rispetto un movimento ecclesiastico. P.S. Viva l'Italia! Prima si festeggia l'anniversario e poi si è contenti che la prole all'estero non venga riconosciuta quale appartenente allo Stato di nascita. Con tale pensiero non meravigliamoci che si parli di - per fare un esempio - Padania!

Postato da Franco Salis il 07/08/2011 07:52

Ma folgore,ancora stai a parlare di sinistra! Allora prendiamo il fenomeno migratorio: è vero o non è vero che quell’omuncolo ha stretto rapporto con l’allora amico Gheddafi cui ha baciato la mano per evitare che il fenomeno arrivasse in Italia consapevole che mandava i migranti a morire nel deserto e nelle carceri?(questo fatto è di destra o di sinistra? Io direi non umano!) E’ vero o non è vero che la cedolare secca sugli affitti agevola coloro che hanno più appartamenti e punisce chi ne avesse solo uno? Vuoi che te lo dimostri? (questo è di destra o di sinistra? È appoggiare i benestanti e affossare i meno abbienti!) Mi limito a questi soli due esempi,ma trovami una legge che non abbia gli stessi connotati e viene presentate spudoratamente come fatta nell' interesse degli italiani. Ora, Il governo è responsabile di queste leggi? È parimenti responsabile la maggioranza del parlamento che regge il governo? E’ C.L. compatta aderente alla maggioranza parlamentare? Allora C.L. è responsabile di tutto l’enorme danno che il Paese sta subendo a causa oltre dell’orientamento politico ma anche della non credibilità dell’omuncolo che è diventato lo zimbello del mondo? (Per fortuna mia figlia in giro per le capitali europee, dall’accento del “suo” inglese non appare l’origine italiana,se no “quanti bunga bunga” si sarebbe sentita dire). E non venirmi a dire anche tu che è divenuto lo zimbello a causa delle informazioni passate dalla stampa italiana comunista! In una scala di valori sta più in basso colui che compie mascalzonate o colui che le denuncia? Domani “C.L. andrà a “sinistra” certo che ci andrà,ma solo se ci sarà da mangiare. Ma è auspicabile che un governo di sinistra tradizionalmente inteso non venga mai in Italia.Per quanto riguarda gli uomini di chiesa, caro santrev, facciamo un elenco dei valori cristiani e vediamo quando gli uomini di chiesa con le loro azioni tradiscono con dolo questi valori. Sarà’ dovere dei cristiani denunciare,(Mt.18,15-18 )ma con lo stato d’animo che Gesù ci ha insegnato, "Signore, quante volte dovrò perdonare a mio fratello, se pecca contro di me? fino a sette volte?". E Gesù: "Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette". ( Mt.18,21-22, ) .Per la gerarchia vale lo stesso discorso.

Postato da folgore il 06/08/2011 19:12

Caro giogo, forse in Comunione e Liberazione hanno altro da pensare che leggere delle affermazioni sul loro conto che lasciano il tempo che trovano. Mi piacerebbe sapere cosa scrivereste se CL un domani sponsorizzasse un governo di sinistra. Mah....

Postato da santrev il 06/08/2011 17:17

Ma il comportamento di don Verzé, é l'esempio cristiano da imitare? Ho letto quanto scrive Travaglio su l'Espresso di lui e di Berlusconi e mi chiedo, se é tutto vero, significa che in Vaticano hanno sempre accettato tutto quello che il prete manager ha fatto. Quando la prossima volta mi vengono a chiedere l'8 x mille o il 5 per mille da devolvere in favore della chiesa cattolica o ad enti tipo il s. Raffaele, cosa devo pensare? Gli spot pubblicitari della chiesa che scorrono in TV, non sono forse menzonieri e per questo ingannevoli? Abbiamo visto che una parte dei soldi vanno a finire al S. Raffaele invece di aiutare quel povero prete che nello spot tra mille difficoltá cerca di gestire una parrocchia. Per me é chiaro che alla chiesa o ad enti ecclesiastici non daró un euro in futuro. Il mio aiuto lo daró direttamente ad uno di quei preti che tra mille difficoltá cerca di gestire la parrocchia. Sbaglio se definisco immorale anche il comportamento della gerarchia della chiesa che ha permesso tutto questo?

Postato da aldo abenavoli il 04/08/2011 22:53

Quando le forze politiche di tutte le tendenze si trovano d'accordo sulla soluzione di un problema vuol dire che il problema non sarà mai risolto.E' così con i costi della politica, con il rispetto dell'ambiente, con l'accoglienza nella legalità ed è così sulle tasse. Le tasse vanno pagate ma... Innanzitutto il fenomeno della evasione non è limitato al solo lavoro autonomo e di impresa ma riguarda anche le maestre che danno ripetizioni in nero ovvero i pensionati sociali che riparano gratis il rubinetto del vicino! Poi le tasse sono troppo elevate per cui prima si devono ridurre e poi se del caso si pagano. C'è inoltre il problema dei servizi pubblici che dovrebbero essere finanziati dalle tasse ma che sono molto scadenti per cui la gente non è invogliata a fare il proprio dovere. Ed infine perché essere ligi nella dichiarazione dei redditi quando prima o poi arriva un condono che libera tutti come nel gioco del nascondino? E così continueremo a proclamare il sacro dovere di assolvere l'obbligo fiscale rimandando a domani le misure necessarie per renderlo operativo. Questo fino a quando il paese crolla per cui invece delle tasse arriveranno gli espropri proletari.

Postato da giogo il 04/08/2011 17:32

Caro Salis...non so sarà il caldo,saran le ferie, sarà l'arrossamento (non del sole) ma i vari amici supporter del B.Sultano sembran scomparsi...forse han finito le munizioni...e magari voglion sventolar bandiera gialla..pardon bianca in attesa di tempi migliori ?? Ecco su CL hai fatto centro (questo lo ripetiamo da molto tempo) ma possibile che nessuno MAI ripeto MAI qualcun di lor signori ci legga e non senta un fremito per le aspre critiche che gli si rivolge, a comunione e liberazione ?? o son troppo indaffarati x i loro affari e commerci e non gliene frega del "massimo disprezzo"?? Saluti

Postato da danisigno il 04/08/2011 14:41

Sento un gran parlare di coscienza civile , di coesione politica e di quant'altro per risolvere la crisi della quale proprio la nostra classe politica è la principale fautrice . Io allora mi chiedo se qualcuno di questi signori , la domenica a messa ( sempre che ci vadano) o a casa con la famiglia , non provi a fare i conti con la propria coscienza personale . Dal canto mio , da buon cristiano , proverò a perdonarli tutti per la loro faciloneria , ma poi il perdono serve con chi persevera a far del male ?
DANIELE SIGNORELLI
GORGONZOLA

Postato da Franco Salis il 04/08/2011 12:01

Un commentatore qualche tempo fa aveva riportato,"Tu sei Pietro e su questa pietra edificherai la MIA chiesa... e le forze del male NON PREVARRANNO su di essa". E’ ciò che dice Gesù a Pietro a colui che lo aveva rinnegato rinnegato tre volte .E’ lo stesso Gesù che ci ha voluto mettere in guardia da quelli che sarebbero stati i suoi successori e che le forze del male non avrebbero agito solo sui “non credenti” ma proprio su quelli che si proclamavano più fedeli. Insomma la condizione di peccato riguarda tutto il popolo di Dio,ivi compreso,oserei dire a maggior ragione della gerarchia. Altra cosa è la Chiesa intesa come Sposa di Cristo. Ciò premesso,io mi turbo,quando gli uomini di Chiesa, Papa consapevole, consumano delitti comuni. Ma quando questi vengono riconosciuti pubblicamente,ritorno sereno. Purtroppo ci hanno educato a vedere negli uomini di chiesa un qualcosa di sacro, per cui il turbamento è maggiore e ci porta a mettere in discussione tutto. Sui preti pedofili,si è già parlato a lungo,per quel che mi riguarda,forse per gli irlandesi non altrettanto. Io sono stato ospite di quegli “alberghi” e ho pagato due lire. Sarebbe sufficiente aggiungere il corrispettivo dell’ICI e non avrei speso molto di più. Dice Padre Lombardi “Ior: arriva la trasparenza” del 30/12/2010, meglio tardi che mai,osservo io. Però anche qui vi sono pendenze. Padre Lombardi nello stesso tempo afferma: «Ora la Chiesa potrà evitare errori e scandali e sarà più credibile».E’ un modo come un altro per affermare che “errori e scandali” ci sono stati. Qualche dubbio mi rimane che il fenomeno appartenga al passato. Il discorso del Pontefice ai sacerdoti romani. "Guai a nascondersi dietro le proprie debolezze .L'uomo è ferito dal peccato, ma con l'aiuto di Cristo esce dall'oscuramento della propria natura".Ma questo è solo un proclama,una dichiarazione di intenti,ma la procura di Roma insegue il Vaticano. La scelta di Comunione e liberazione di sostenere questo governo ,merita solo il massimo disprezzo. Ho scelto solo alcuni brani di interventi della gerarchia,vi è una ampia bibliografia e la si può ampliare. In sintesi il maligno agisce su tutti,direi di più sui potenti,direi di più sulle alte sfere della gerarchia ,occorre che la chiesa per difendersi la smetta di autoreferenziarsi,(per essere più chiaro basta con santità” rivolto al Papa “eminenza” ai cardinali e “eccellenza” ai vescovi. Si riconosca peccatrice e tutto il popolo di Dio preghi perché la “purificazione” di cui parla il Papa avvenga il più presto possibile.Ciao

Postato da eugenio.finocchio il 04/08/2011 11:45

A mio avviso non deve esestere nessuna omissione nessun peccato etico perchè non dobbiamo essere noi a denunciarema , la politica a non fare Leggi "colabrodo". Pensiamo ad esempio alle PUBBLICITA' (Telecom, Enel, mediobanca, ecc. ecc.) che bisogno hanno di far uscire questi denari soprattutto in regime ci concessione legale? La risposta sta nella Legge che inserisce la pubblicità come bene strumentale. Oppure mettere nell'attivo di bilancio le consistenze di titoli considerati "tossici". Oppure consentire scalate senza ripianare il debito anzi consentire di portarlo come perdita eterna Viva cordialità

Postato da santrev il 03/08/2011 21:56

Appropriarsi di privilegi economici attraverso leggi, come fanno i politici é, o non é, peccato? Considerando che i politici di area Comunione e Liberazione hanno partecipato anche loro ai banchetti risultando determinanti per l'approvazione, significa che per la chiesa tutto questo é corretto! Allora credo che anch'io sono nel giusto quando mi viene fatta la proposta di pagare in nero alcune prestazione dei professionisti, a cui alle volte debbo ricorrere. Anzi, credo sia giusto da parte mia mettere in atto tutti quegli "accorgimenti" che mi permettano di pagare meno tasse, allo scopo di mettere a disposizione della mia famiglia piú introiti. D'altra parte, anche la chiesa quando si tratta di propri interessi economici é molto elastica! Per quale legge divina é esentata dal pagare l'ICI su alcuni immobili che sono risultati poi essere alberghi? Insomma, se nemmeno i rappresentanti politici del mondo cattolico trovano peccaminoso approffittare dei soldi pubblici, perché io che sono un povero cristo dovrei invece essere considerato peccatore? Insomma non pagare le tasse dovrebbe essere immorale, mentre chi invece si fa le leggi ad Personam o mette i suoi accoliti in Rai per difendere i suoi interessi in Mediaset, che cos'é? Secondo i gerarchi della chiesa é tutto lecito, visto che non trovano mai nulla da ridire!

Postato da Franco Salis il 03/08/2011 17:24

Inutile piangere ,bisogna agire.Anche ieri F.C. ha pubblicato un servizio “sulla restituzione dei beni confiscati ai mafiosi . Alfano si vanta continuamente dei successi della Guardia di Finanza nelle operazioni anti frode,Maroni si accredita il merito dell’arresto di numerosi pericolosi latitanti. Il merito potrebbe essere accreditato al governo se questo avesse emanato leggi che rendano più agevole il lavoro degli investigatori e procure. Invece no,no alle intercettazioni, si al processo breve,poi a quello lungo, sempre nell’interesse degli italiani. Così che viene vanificato il successo degli investigatori. Papa verrà scarcerato per vizio di notifica. Chi è disposto a credere all’errore in buona fede? Crederei anche io se al posto di Papa andasse in galera chi ha sbagliato la notifica. In questa situazione come si fa ad educare il popolo al rispetto della contribuzione per le spese(pagamento delle tasse) allo stato,fornitore di servizi e atti finalizzati alla crescita economica. Se in caso di “emergenza “ si fa ricorso a chi ha già poco. Non solo chi non paga le tasse perché tanto anche gli altri non le pagano,pecca,ma anche chi ha il potere di intervenire per cambiare questo andazzo e non lo fa. Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur.Dove Romae sta per tutti coloro che possono agire e non solo il parlamento ma anche forze esterne che facciano pressione su alcuni parlamentari. Dove Saguntum è il popolo italiano. La presunta prudenza si traduce in tragedia. Ahh,ma F.C. continua così? ,beh Non mancherà il commento di folgore che vi mette in riga!

Pubblicita

Autore del blog

Don Sciortino risponde

Don Sciortino

Don Antonio Sciortino è il direttore responsabile di Famiglia Cristiana. In questo blog affronterà le tematiche riguardanti la famiglia e le questioni sociali, dalla disoccupazione, all'immigrazione all’impegno dei cristiani.

Calendario

<<aprile 2024>>
lmmgvsd
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati