29
nov

Liberiamo la domenica

Qualche lettore si è scagliato contro di lei perché ha criticato chi nega il pulmino e la mensa ai bambini i cui genitori non pagano la retta. Contenuto e tono di quella lettera fanno presumere che l’autore sia simpatizzante della Lega. Un movimento pieno di contraddizioni. Non le pare che l’indipendenza della cosiddetta Padania sia in contrasto con la Costituzione italiana? Nessun partito dell’arco costituzionale l’ha mai denunciato. Anzi, i leghisti sono stati al governo dello Stato per anni. Non accetto la giustificazione (la ritengo assurda), che vogliono la secessione attraverso metodi democratici.

G. Brambilla

La Lega, come altri partiti, vive di contraddizioni. Spesso, in modo macroscopico. Basta considerare la presenza di quei ministri che hanno giurato sulla Costituzione, percepito lauti stipendi assieme a benefici e privilegi, e fatto poi strame della bandiera italiana, additata a usi indicibili. Ma al di là delle appartenenze e dei programmi, non si può tacere quando si prendono provvedimenti che discriminano le persone. E, soprattutto, penalizzano i bambini. Cosa vergognosa, da non fare.

Pubblicato il 29 novembre 2012 - Commenti (8)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da LucianoT il 02/12/2012 19:25

Assolutamente d'accordo con quanto scritto da Don Sciortino. C'è però da aggiungere che molti italiani, pur non essendo leghisti, sono in sintonia con le "battaglie" del carroccio: stiamo diventando (o lo siamo già diventati?) un popolo di intolleranti, egoisti e menefreghisti, stiamo attenti che nessuno calpesti il nostro piccolo orticello di 10 centimetri quadrati, misconosciamo il valore della solidarietà etichettandolo come valore "comunista" o "roba da preti" (comunisti anche loro!) e guardiamo all'altro come un perenne nemico. Per finire: cosa c'entra il titolo "liberiamo la domenica" con la lettera del lettore Brambilla e la risposta di Don Sciortino?

Postato da Frank44 il 01/12/2012 12:29

Indubbiamente trovo assurdo che ogni Domenica quasi tutti i centri commerciali siano aperti e ultimamente anche quasi i tutti supermercati e se continua così si arriverà che la Domenica sia considerato come un giorno feriale, basterebbe un pò di "buonsenso", ossia consentire l'apertura Domenicale ai centri commerciali di 6/9 aperture all'anno e lo stesso dovrebbe eeere per i supermercati. I dipendenti alternandosi nei turni potrebbero avere le Domeniche lavorative solo di 3/6 volte all'anno. Siamo un paese che si professa Cristiano e mi sembra assurdo quello che stà succedendo.

Postato da Argonauta54 il 30/11/2012 21:54

Non è mai troppo tardi ritornare alle Domeniche per dedicarsi a se stessi alla Famiglia alla coppia in genere. Tra lavoro, preoccupazioni telefonini bollenti e altro, oggi nella nostra società ce bisogno di una pausa, che deve valere per tutti- Immaginiamo solo un istante i suoi benefici--------------------------ritornare a riflettere sul nostro futuro senza mai fermarsi è ingannevole, stiamo parlando della ns esistenza.

Postato da francesco lo guarro il 30/11/2012 19:51

E' già difficile concepire un cristiano laico che militi nella Lega "di lotta e di potere", partito che agisce all'insegna del motto "prima il Nord" ( ma Cristo ha insegnato di vivere secondo personali, sfrenati egoismi che danneggiano il prossimo?). Figuriamoci quando si nota la posizione di qualche teologo ecclesiastico che, tra un'Ave Maria e l'altra, commenta con disprezzo l'operato di chiunque non la pensi come lui ed è abbastanza benevolo nei confronti anche degli "sconci" di taluni politici leghisti. Libero

Postato da ugolucio il 30/11/2012 18:04

A me sembra che d. Sciortino non sappia dove vuole arrivare. Ora dà un colpo alla botte ora al cerchio. Comunque è evidente che ormai è ossessionato dagli immigrati. Con tutti i problemi presenti: lavoro, violenza sulle donne, guerre, uccisioni di cristiani, inquinamento, alluvioni ecc. il nostro Don continua a parlare di immigrati, di extracomunitari, clandestini che secondo lui dovrebbero avere più diritti di noi tutti. Basta con questi discorsi paranoici, per favore parliamo d'altro (ogni tanto)

Postato da Andrea Zilio il 29/11/2012 18:05

"Liberiamo la domenica?"Temo sia una battaglia perduta in partenza. Andare contro vento e molto difficile, soprattutto se il vento è formato da tanti refoli che dovrebbero soffiare contro. Ricordo che da ragazzo non imparai a ballare, perché la Chiesa proibiva il ballo. Poi le parrocchie hanno trattenuto in patronato i giovani con feste in musica, e anche ballo. Con la soddisfazione delle famiglie che sapevano dove erano i figlioli l'ultimo dell'anno. La domenica lavorativa? Bisogna pensare come entrare nel problema, piuttosto che distinguersi fragorosamente. Inutilmente, penso. Nei secoli, i cambiamenti sono stai molti, e la Chiesa è maestra nel guidare gli eventi, senza sottrarsi. La Lega? Presto di questo partito resterà un sunto: il dito medio di Bossi rivolto alla stampa e all'Italia. Anche questa: "cosa vergognosa, da non fare." Se non altro perché inutile.

Postato da branda il 29/11/2012 16:48

Scusate, cosa c'entra la domenica?

Postato da viaggiatore il 29/11/2012 10:54

Ritengo che la presenza di cristiani nella Lega sia una vergogna: No è possibile un cristiano possa ammantarsi di una simile bandiera verde, nata dall'egoismo, infarcita di razzismo e colma , come altre forze politiche beninteso, di ipocrisia. Non esistono, a mio avviso, scuse. Altro che politici cristiani, il Vangelo serve loro solo per apparire. E brava quella parte delle gerarchie ecclesiastiche che appoggiano, sostengono e lavorano con tali miscredenti. Per non parlare poi del braccio "armato" della Chiesa Militante. Cioè CL, chi li aveva definiti i "fascisti " di Dio? Non ricordo ma che tristezza pure loro...Confidiamo nello Spirito Santo. Io ci credo. a presto e grazie per l'ospitalità. Marco

Pubblicita

Autore del blog

Don Sciortino risponde

Don Sciortino

Don Antonio Sciortino è il direttore responsabile di Famiglia Cristiana. In questo blog affronterà le tematiche riguardanti la famiglia e le questioni sociali, dalla disoccupazione, all'immigrazione all’impegno dei cristiani.

Calendario

<<giugno 2022>>
lmmgvsd
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati