21
giu

Coltivare un orto

Mio figlio P. (6 anni) ha partecipato a un concorso di disegni su temi ambientali ed ha vinto… non abbiamo capito bene se per estrazione o per merito, ma ciò che è certo e che è arrivata a casa nostra una splendida serra. Nessuno di noi ha il pollice verde pe rcui abbiamo dovuto fare qualche ricerca prima di improvvisarci agricoltori.
L’esperienza della semina e del raccolto può essere realizzata da chiunque, basta avere a disposizione anche un semplice vaso con un po’ di terra fertile e qualche seme. Proponete ai vostri bambini per esempio di coltivare del basilico per poi preparare insieme del pesto. Prendersi cura di una piantina, è un impegno sostenibile anche da bambini molto piccoli e il raccolto ricompenserà generosamente le attenzioni giornaliere dedicate alla coltivazione.

Per chi ha un giardino o un orto, il tempo della fioritura o delle piscine all’aperto o anche solo dei giochi con l’acqua coincide anche con il terrore per le vespe che adorano il fresco e il dolce. Mia figlia di 3 anni ogni volta che vede un insetto volarle nei suoi paraggi, urla disperata e noi dobbiamo precipitarci in cortile.

Leggendo un libro illustrato che offre interessantissimi spunti per il giardinaggio e che consiglio vivamente a chi vuole approfondire l’argomento (C.Pagani, M.Pallavicini, Il maestro giardiniere, Giunti), ho trovato indicazioni per costruire originali TRAPPOLE PER INSETTI.

Cimentatevi nella costruzione di queste ingegnose trappole che sapranno catturare gli insetti invadenti senza avvelenare l’aria che respirate. Ecco una semplice idea per rendere attivi i bambini nell’evitare incontri ravvicinati con pungiglioni minacciosi. Vi servono due bottiglie di plastica, un taglierino e un pezzo di fil di ferro per costruire il gancio.

L’esca da mettere sul fondo della trappola varia a seconda degli insetti che si vogliono catturare:

Vespe, calabroni:
birra, acqua con zucchero e aceto (praticamente una miscela agro-dolce).

Zanzare:
200ml di acqua, 50g di zucchero grezzo, 1g di lievito
(Il lievito fermentando lentamente, produrrà anidride carbonica, la stessa che attraverso il nostro respito guida verso di noi le zanzare.)

Le trappole vanno appese in luoghi alti, non raggiungibili dai bambini (Es. albero, grondaia, ombrelloni, pali, etc.)

E voi che passioni coltivate coi vostri figli in questi mesi d’estate? Raccontateci le vostre avventure! Buona settimana a tutti.

Pubblicato il 21 giugno 2012 - Commenti (0)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Pubblicita

Autore del blog

Noi mamme

Barbara Tamborini

Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di libri sull'educazione. Ha 4 figli.

Calendario

<<agosto 2022>>
lmmgvsd
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati