16
apr

I nonni: un dono da custodire

È il compleanno di mia suocera.
Caterina (4 anni): “Quanti anni compie la nonna?
“Ottantadue”.
C.: “Tanti! Allora è davvero grande!”
“È già, però lo vedi come è in forma? Adesso andiamo a casa e vediamo cosa hanno organizzato i tuoi fratelli per farle festa”. Li ho lasciati con la cugina e un grande cartellone da decorare per gli auguri.
C.: “Mangiamo la torta?”
Io: “Ho comprato i pasticcini, alla nonna piacciono molto”.
C.: “Buoni!”
Io: “Però mettiamo lo stesso le candeline”.
C.: Bello, ne mettiamo ottantadue?”
Io: “Credo non ci siano abbastanza pasticcini”.
C.: “Allora ne mettiamo tre”.
“Direi che così si può fare”.

A volte sono troppo di corsa per aiutare i miei figli ad avere piccoli o grandi gesti di attenzione nei confronti dei nonni. Chiamarli quando c’è un problema o un bisogno è spontaneo. Se mi si rompe la lavatrice mio papà è la prima persona che mi viene in mente. Lui sa aggiustare sempre tutto o almeno non si stanca di provarci. Se devo uscire al volo per una riunione chiamo mia mamma per chiederle di venire qui coi bambini. Magari mi dice che non può, ma io ci provo comunque.

Quando i nonni rivendicano il diritto di essere irreperibili ci resto male
, mi sembra quasi di subire un torto perché un figlio ha il diritto di essere aiutato dai genitori, lo dice la natura delle cose. Oppure no? Il confine tra chi aiuta chi è molto sottile e muta col passare degli anni.

I genitori che invecchiano sono diversi da quelli che conoscevamo
e i nipoti sono una splendida occasione per provare a rigiocare parti di sé magari inesplorate. Mi piace vedere i miei genitori con gli occhi dei miei figli, abbandonare i miei occhiali e aprirmi a nuove visioni. A volte non è facile perché magari abbiamo ancora qualche ferita da medicare. Un papà che non ha mai giocato con noi può diventare un nonno che insegna a un nipote a tirare la carta con gli elastici. Una nonna che ha sempre detestato gli impegni fissi può farsi convincere dai nipoti ad organizzare sempre la cena del martedì dai nonni. Piccoli miracoli di cambiamento che magari abbiamo rincorso per tutta una vita. Il legame tra nipoti e nonni è un’occasione per tutti per scrivere un’altra storia.

A noi genitori il compito di educare i figli alla cura degli affetti. Una telefonata prima di andare a letto ai nonni è un gesto da imparare. Ci sono sassolini nella scarpa che ci disturbano, che ci tengono in trappola e non ci fanno andare avanti. Vorremmo risarcirci di torti subiti e la tentazione di farci mettere in scacco da essi è forte. Il riscatto però passa solo dal perdono, la vera libertà che ci fa dire col cuore ai nostri figli: “Chiama i nonni e invitali a cena, dobbiamo fare festa!”.

E voi cosa ne pensate? Vi sentite nonni amati o trascurati? E voi figli che siete diventati papà e mamma, che rapporto avete con i vostri genitori? Quali cambiamenti a generato nelle relazioni famigliari questa nuova fase di vita?

Consiglio questo bellissimo libro per allenare il cuore a vivere alla vita come un’avventura costellata di occasioni per essere migliori, fino all’ultimo respiro. E poi, Paulette…, di Costantine Barbara (Einaudi 2012)

Pubblicato il 16 aprile 2013 - Commenti (2)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da DRossini il 05/06/2013 21:31

E' vero, i nonni sono un dono da custodire. Ed è un gran dono per i bambini e per i genitori averli ancora e averli vicino. Creano quel senso di famiglia e di continuità fra le generazioni e quando non ci sono o non ci sono più, il vuoto da loro lasciato si sente.

Postato da Aquilante il 01/05/2013 18:27

Sono diventata mamma da quattro mesi: una grandissima gioia. Vivo all'estero e fra un paio di settimane tornerò a casa per un periodo di vacanza con la piccolina. Mio padre ancora non l'ha vista, e a parole attende con ansia. Io non ho mai avuto un rapporto vero con lui ma mi auguro che questo non si verifichi anche per mia figlia. Confesso di essere in apprensione. Ho sentito tante storie edificanti sui genitori assenti che si scoprono nonni affettuosissimi. Temo di rimanere delusa per mia figlia....e prego di sbagliarmi!

Risposta di: Barbara Tamborini

Grazie per il tuo messaggio. Speriamo con te che quest’incontro possa essere l’occasione per scaldare il cuore di tutti. Un grande abbraccio e se hai voglia raccontaci come va. Intanto buon rientro!

Pubblicita

Autore del blog

Noi mamme

Barbara Tamborini

Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di libri sull'educazione. Ha 4 figli.

Calendario

<<marzo 2024>>
lmmgvsd
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati