18
gen

Una giornata al museo

“Mamma, io ci vado comunque!”
“Certo tesoro, però se ti senti male me lo devi dire…”.
“Sto bene. È solo che ho bevuto il tè in fretta… mi è tornato su…”
“Credo che avremmo qualche problema se vomiti sulle macchine di Leonardo”.
A. (8 anni) è in bagno con la mano davanti alla bocca.
“Portiamo in macchina una bacinella… per sicurezza, ma adesso andiamo… ci stanno aspettando”.
Facciamo il giro della città per recuperare le altre amiche e partiamo per una giornata speciale. Lo sapevate che essere alto per un sommergibilista del Toti non era un vantaggio? E che per molti giorni ventisei uomini vivevano sott’acqua nello spazio di un monolocale con un unico wc e un solo lavandino?
“Chissà che puzza!”
La guida sorride: “Si dice che fumassero anche”.
Un’altra guida ci accompagna nella mostra temporanea su Archimede: “Sapete che un giorno, mentre Archimede si stava facendo il bagno” - lui non abitava in un sommergibile - “e rifletteva sulla teoria del peso dei corpi nell’acqua, tutto d’un colpo, è saltato fuori pazzo di gioia per l’idea che gli era venuta e si è messo a correre per Siracusa gridando Eureka?”
“Nudo?”
“Proprio così!”
“Mamma, ma era pazzo!”
Una gita al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano è un’avventura per tutta la famiglia. Per tutti c’è da vedere, da toccare, da provare… ognuno col suo passo.
“Giura che il pile è fatto con un filo ottenuto dalle bottiglie di plastica?”
“Giuro”
“E perché lo fanno pagare se è fatto di immondizia?”
Abbiamo visitato la mostra temporanea Buon Appetito. L’alimentazione in tutti i sensi, aperto fino a giugno. Sapete quanto movimento serve per bruciare le calorie di una patatina del sacchetto? Ci siamo sfidati con dei pedali a mano per smaltire cibi diversi… mia figlia a casa ha detto a suo fratello:
“Non ti fai idea di che fatica si fa per una singola patatina!
 Le bambine ci hanno tirato dentro alle cabine del telefono a gettoni: - Cos’è questa?
Una navicella spaziale? Ci sono mille buone ragioni per andare in gita a un museo della scienza e della tecnica, perché un è conto dire che il suono della voce muove l’aria, altro è veder ballare dei chicchi di riso mentre un gruppo di dieci bambini urla a squarciagola. Scoprire la materia delle idee, renderla visibile, analizzabile e quindi comprensibile. E poi i tanti laboratori a cui il biglietto del museo dà accesso: quello delle bolle di sapone, quelli sull’elettricità, sui sensi, sulle nano tecnologie, etc. Piccoli e grandi possono mettere le mani in pasta. E noi le abbiamo messe anche nel gesso, diventando piccoli scalpellini del Duomo per un’ora: “Mamma è il giorno più specialissimo!”
Le guide sono molto appassionate e soprattutto entusiaste nell’interagire coi bambini. Improvvisavano racconti, scenette e dibattiti per rendere interessanti e comprensibili concetti complessi. Un’alternativa ai parchi divertimenti, forse un po’ meno adrenalinico ma di certo non meno interessante!

Se volete saperne di più su tutti i laboratori e gli eventi in programma consultate il sito del museo. Raccontateci un’esperienza speciale che avete fatto coi vostri bambini, una gita, una meta che volete consigliare agli altri genitori. Aspetto i vostri consigli e racconti! Buona settimana.

Pubblicato il 18 gennaio 2012 - Commenti (2)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da bastardobuono il 22/01/2012 20:36

dev'essere sicuramente bello vedere un bambino curioso che ti fa mille domande: un po' l'ho sperimentato ma, non avendo fratellini e non essendo genitore l'ho sperimentato per poco tempo...

Postato da trismamma75 il 19/01/2012 22:58

Grazie per il suggerimento, mi hai dato un ottimo spunto per uno dei prossimi week end. Ho visto il sito del museo e ci sono tanti laboratori interessanti anche per i più piccoli, li ho proposti ai miei figli che hanno accolto l'idea con molto entusiasmo. Noi facciamo spesso delle gite il sabato o la domenica, soprattutto in estate, e quelle più recenti che hanno entusiasmato i miei bimbi sono state il Parco della Preistoria di Rivolta d'Adda, l'acquario di Genova, il Parco delle Cornelle e la Minitalia. Quest'ultima ci ha visti un po' in disaccordo perchè loro erano attratti solo dalla parte parco dei divertimenti mentre io avrei voluto interessarli al viaggio tra le meraviglie dell'Italia in miniatura. Un'altra meta che mi piacerebbe proporre è il Planetario, ma forse sono ancora troppo piccoli, sul sito l'età minima consigliata è se non sbaglio 7 anni.

Pubblicita

Autore del blog

Noi mamme

Barbara Tamborini

Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di libri sull'educazione. Ha 4 figli.

Calendario

<<agosto 2022>>
lmmgvsd
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati