05
ott

"Grand Theft Auto" è per adulti

Un'immagine del videogioco "Grand Theft Auto".
Un'immagine del videogioco "Grand Theft Auto".

Un’amica mi ha scritto questa mail:

«Mio figlio di 12 anni ha ricevuto il videogioco Grand Theft Auto (pare molto noto), ma – pur giocando con lui – non capiamo se sia adatto a lui oppur no. Potrei avere qualche dritta?».

Rispondo in pubblico, pensando che possa interessare anche altri. GTA è un gioco per adulti. Come prima informazione conviene tener presente che l’indicazione dell’età, che di solito compare sulla scatola, è attendibile. In questo caso particolarmente, dato che GTA è molto violento e volgare (si interpreta la parte di un malvivente che vuole “crescere”). D’altra parte è un gioco fatto bene e coinvolgente, quindi non stupisce che piaccia: è stato un successone anche e soprattutto tra gli “under 18” (anche 14-12) per le sue caratteristiche spettacolari. Che ovviamente sono altrettante controindicazioni, se finiscono in mano a un ragazzino in barba a divieti e consigli. Un secondo suggerimento è, prima di vietarglielo, di continuare a guardarlo ancora un po’ insieme a lui, farvi un giro finché capirete quanto basta, vedrete il bello e il brutto e avrete argomenti per giudicare a posteriori, con la vostra testa e anche con la sua.

Pubblicato il 05 ottobre 2010 - Commenti (1)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da Pietro Reginella il 30/11/2010 00:24

Sono dell'idea che GTA è un bel gioco e poco importa se è violento … io a 11 anni mi comprai la prima serie assoluta cofanetto per PS1 di GTA I, II, III, tutto in grafica bidimensionale (altro che 3D) e mia madre quando lo vide non si scandalizzò più di tanto nonostante ci fosse fuoco e sangue in ogni momento! Mi ricordo anche che fui io a farle notare il bollino che indicava che era vietato ai minori, ma mia madre si dovette convincere a lasciarmelo usare, anche perché, giustamente, sapeva che io non avrei mai pensato di sparare persone o imitare tali violenze; Sarebbe una vera e propria assurdità! La verità è che i genitori non si rendono conto che in ogni momento della vita dei propri figli, ci sono attimi in cui si assiste a scene diseducative, basti pensare alla televisione che non è altro che un bidone della spazzatura, "la cultura della nuova generazione" dove il grande fratello è lo stile di vita! Non continuo perché potrei scrivere su tutto ciò che c'è di negativo nel mondo d'oggi... Semplicemente io mi preoccuperei di ben altre cose, altro che di GTA se è o non è un gioco adatto al proprio figlio! tanto per dirne un’altra, ci sono stati bambini che dopo aver visto o giocato a certi giochi si sono buttati dal balcone, oppure hanno messo a repentaglio la propria vita ecc... Ma non è che tutti i bambini sono così, ogni genitore che fa crescere e vede crescere il proprio figlio sa bene com'è e come reagisce... La vera domanda è : ma questi genitori conoscono davvero i propri figli? Molto spesso no, semplicemente perché la vita lavorativa per molti genitori conta di più... e i propri figli vengono lasciati a se stessi!(ecco l'utilità del "parental control" che lotta contro il detto: "quando il gatto non c'è i topi ballano"(Riferimento all’articolo del 25 ottobre sul “Parental Control)”).

Pubblicita

Autore del blog

Family Game

Giuseppe Romano

Giuseppe Romano insegna Lettura e creazione di testi interattivi all'Università Cattolica di Milano e collabora con quotidiani e riviste su temi riguardanti l’era digitale, la comunicazione interattiva, i videogame, i fenomeni di massa.

Calendario

<<giugno 2024>>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati