28
nov

Papà, perché non giochi con me?

In questa e nelle immagini successive, famiglie in campo (...o "sul tavolo"?) nella Settimana del gioco da tavolo
In questa e nelle immagini successive, famiglie in campo (...o "sul tavolo"?) nella Settimana del gioco da tavolo

La Settimana del gioco da tavolo si è appena conclusa ma mi è arrivata sul tavolo l’interessante ricerca condotta dalla Bottega dell’educare della Onlus Pepita (cooperativa sociale che si occupa di progetti educativi in tutta Italia), su un campione di 500 ragazzi di cui 250 al nord e 250 al sud, di età compresa tra i 6 e i 13 anni.

Argomento: come si gioca in famiglia.

Facendo un confronto con il resto d’Europa si apprende che i genitori italiani sono quelli che trascorrono il minor tempo insieme ai propri figli: in media quindici minuti al giorno. Addirittura, il 16% dei bambini del Nord lamenta il fatto che i genitori non giocano mai insieme a loro. In altri Paesi europei i genitori si mostrano più attenti: in Norvegia, per esempio, giocano con i figli circa 30 minuti al giorno, in Spagna 35.

Al Nord il 26,4% dei genitori dedica meno di un’ora al giorno al gioco con i figli. Il 9,2%  dedica più di due ore, mentre il 16% non gioca mai con i figli e il 48,4% risponde che lo fa “appena può”. Quest’ultimo dato potrebbe però riferirsi a un genitore che dedica solo 5 minuti sparsi all’interno di una giornata. Quindi va valutato con attenzione, soprattutto perché il tempo da dedicare al gioco è uno spazio che ha bisogno di essere strutturato, organizzato, atteso. Senza una pianificazione, un appuntamento condiviso, il bambino potrebbe non cogliere il piacere e il desiderio che il proprio genitore ha di giocare e di passare del tempo con lui.

La situazione al Sud non sembra essere diversa: 40,4% dei genitori dedica meno di un’ora al giorno al gioco con i figli, il 26,4% più di due ore, mentre il 33,2% lo fa “appena può”. Unico dato che segna una netta differenza è quello riguardante la riposta “mai”. Nessuno dei ragazzi intervistati ha dichiarato che i propri genitori non passano mai del tempo a giocare con loro, diversamente da quanto invece affermato dai ragazzi del Nord (16%).

Tornando ai giochi in scatola, ciò che emerge dall’indagine è che sono più conosciuti al Nord che al Sud. Quelli più apprezzati sono Monopoly, Cluedo e Indovina Chi, addirittura più popolari del Gioco dell’Oca, degli Scacchi e del vecchio labirinto. La cultura del gioco di società tuttavia sembra essere decisamente più diffusa al Nord.

Ognuno tragga le proprie conclusioni. Per conto mio non credo che si possa stabilire un’equivalenza tra “passare tempo insieme” e “giocare insieme” tra genitori e figli. D’altra parte giocare insieme può in vari casi essere una risposta adeguata al bisogno di vicinanza familiare.

Pubblicato il 28 novembre 2011 - Commenti (0)
19
nov

Hai un tavolo? Giochiamo!

Week-end nutritissimo di tornei e partite alla Settimana del gioco che si chiude domenica. Su www.staserasigioca.it sono indicate tutte le città che propongono iniziative. Ne ho scelte alcune a caso, ma ciascuno vada a cercarsi quelle più vicine a lui…

 

Roma, 19 novembre – Dalle 16 alle 22 giochi e tornei in piazza S. Maria della Pietà 5.

Barletta, 19 e 20 novembre. Presso l’Ipercoop insieme all’associazione Ludica Torre Magica.

Venezia: sabato 19 novembre dalle 14.30 alle 21.30: Sala S. Leonardo – Cannaregio; domenica 20 novembre dalle 14.30 alle 21.30: Ex Palaplip, Via San Donà 195 – Mestre.

Milano: BoardGames Society/Tana dei Goblin invita a giocare il 19 e 20. Via Sant'Uguzzone 8, (MM1 Villa San Giovanni).

Torino: il 20 novembre all'oratorio Don Orione, P.zza Montale.

Ascoli Piceno: il 20 dalle 15 alle 19 in Sala Docens - Piazza Roma, 6.

Novara: il 20 in oratorio a Castelletto Sopra Ticino.

Intensa partecipazione universitaria alla Settimana del gioco. Da Brescia a Roma, fino ad arrivare a Palermo, dieci associazioni studentesche hanno organizzato sessioni di gioco, con tornei all’ultima pedina. Ecco l’elenco delle Università che hanno aderito all’iniziativa:

  1. Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma
  2. Università di Urbino
  3. Politecnico di Torino- Jetop
  4. Luiss Guido Carli
  5. Università del Studi di Palermo -RUM
  6. Università degli studi di Brescia
  7. Università di Parma- Aisa
  8. Università degli Studi di Camerino- Aure
  9. Università degli Studi di Trento
  10. Università degli Studi di Perugia

Su www.staserasigioca.it altre informazioni sugli eventi in programma.

Pubblicato il 19 novembre 2011 - Commenti (0)
13
nov

La Settimana del gioco da tavolo è cominciata

La "zona Cluedo"
La "zona Cluedo"

Sembrava la traduzione dei sogni di un bambino: uno spazio immenso pieno zeppo di giochi, e di persone che giocavano. E non erano solo bambini: mamme, papà, nonni, e ragazzi più grandi insieme a quelli più piccini che avevano un loro grande angolo con giochi adatti a loro.

La "zona Twister"
La "zona Twister"

“Stasera si gioca” è stato il momento inaugurale della Settimana del gioco, celebrato al milanese Forum di Assago. Tutto il pomeriggio di sabato 12 è stato dedicato a tornei a eliminazione tra centinaia di famiglie, suddivisi in spazi tematici dominati da grandi insegne con il nome e la grafica di ogni gioco. Primeggiavano naturalmente i “continenti” dedicati a Monopoly e a Cluedo, ma, ovunque cadesse, l’occhio scorgeva tavoli impegnati in scontri accaniti quanto allegri.

Il video e le foto allegate raccontano meglio delle parole quanto è successo.
La scolaresca che ha vinto il concorso “Creatività in scatola” è la Scuola Primaria Gigi Ghirotti di Creazzo (Vicenza) con le classi 5° A e B. Hanno infatti inventato il gioco di società Divertiland, grazie al quale imparare anche i numeri decimali.

A presto per aggiornamenti.

I vincitori della Scuola Primaria Gigi Ghirotti di Creazzo (Vicenza)
I vincitori della Scuola Primaria Gigi Ghirotti di Creazzo (Vicenza)

Qualche riga conclusiva per ricordare altri momenti di gioco in programma (il diario completo è comunque su www.staserasigioca.it). Corato, 14 novembre: L'associazione Gocce dell'Oceano organizza una serata interamente dedicata alle famiglie e ai bambini presso il ristorante pizzeria Deja Vu. Dalle 17:30 alle 19:30 si gioca in società con Hasbro. Dalle 19:30 alle 20:15 premiazione dei bambini partecipanti.  Dalle 20:30 alle 22:30 snack per tutti!
Macerata, 14 novembre: dal 14 al 19 ottobre presso la biblioteca Mozzi-Borghetti di Macerata tornei di Monopoly, Trivial Pursuit e Cluedo.    
Grosseto, 15-18-20 novembre: Bandus con Hasbro e la Tana dei Goblin propone tre pomeriggi e serate di gioco.

 

Pubblicato il 13 novembre 2011 - Commenti (0)
03
nov

50 famiglie "vincono" Assago!

Conto alla rovescia per la Settimana del gioco in scatola, dal 12 al 20 novembre. Un’iniziativa che mi entusiasma, perché da sempre sono convinto che quello del gioco (e del gioco da tavolo in particolare) sia un momento importantissimo nella vita familiare, perché fa stare assieme grandi e piccini e li aiuta a comunicare in maniera (appunto) giocosa, che è tra le più serie per avere rapporti saldi e sinceri.

E quindi questo blog ha deciso di seguire con attenzione i “lavori” della Settimana, informando i suoi lettori sugli eventi principali. Più o meno giorno dopo giorno informeremo su ciò che accade da un capo all’altro dello Stivale, in maniera che chi può e vuole possa partecipare.

Cominciamo, naturalmente, dall’inaugurazione milanese. E a questo proposito ho subito da annunciare che le prime 50 famiglie che, letto questo post, si registreranno sul sito www.staserasigioca.it, saranno inserite tra le 250 che si contenderanno il titolo di “famiglia in gioco 2011”, il prossimo 12 novembre dalle 15.00 alle 20.00, nella giornata inaugurale della Settimana che si terrà al Mediolanum Forum di Assago. Partecipando a un megatorneo, le famiglie selezionate avranno 5 ore di tempo per guadagnare più “punti famiglia” possibile partecipando ai tornei di 15 classici del gioco in scatola (Monopoly, Trivial Pursuit, Cluedo, Indovina chi, Forza 4, Taboo, Twister, eccetera, più alcune novità) a cui ci si potrà sfidare nelle 200 postazioni predisposte. Ricchi premi ai vincitori ma anche a ogni partecipante.

Una "gigamonopolata" che si è svolta a Sanremo
Una "gigamonopolata" che si è svolta a Sanremo

La Settimana del gioco è patrocinata dall’Assessorato alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale dalla Regione Lombardia. La giornata di Assago dà il via agli eventi che costelleranno la Settimana del gioco in scatola in città di tutta Italia. A presto per aggiornamenti “localizzati”.

Pubblicato il 03 novembre 2011 - Commenti (0)

Pubblicita

Autore del blog

Family Game

Giuseppe Romano

Giuseppe Romano insegna Lettura e creazione di testi interattivi all'Università Cattolica di Milano e collabora con quotidiani e riviste su temi riguardanti l’era digitale, la comunicazione interattiva, i videogame, i fenomeni di massa.

Calendario

<<settembre 2023>>
lmmgvsd
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati