19
apr

Il tempo fino a lunedì

Mercoledì 18 aprile una perturbazione in arrivo dal Nord Atlantico ha raggiunto le Isole Britanniche, con un inusuale valore centrale di ben 975 hPa. Si soffermerà sull’Inghilterra fino al giorno 23 aprile, sfornando in rapida sequenza ammassi nuvolosi più o meno piovosi diretti verso il Mediterraneo Nord occidentale e l’Italia, con una breve tregua però proprio tra sabato 21 e domenica 22. L’ultima perturbazione, sempre figlia di Madeleine, arriverà sull’Italia appunto il 23 aprile.
Per quanto riguarda le temperature, seguiterà però a fare un po’ di freddo al Nord nella giornata di venerdì, mentre sabato e domenica le temperature risaliranno di 3-4 gradi, pur restando ancora al di sotto della media specie sul Nord Italia.

Ma ecco in dettaglio il tempo fino a lunedì:

Venerdì
Bel tempo su Alessandrino, Torinese, Novarese, Ponente ligure, Puglia, Materano, Sud Sicilia e quasi tutta la Sardegna. Piogge sul resto d’Italia; acquazzoni su Lazio, Salernitano, Alta Calabria; temporali su bassa Toscana, Nordest Sardegna; nevicate sulle Alpi oltre 1300 m.

Sabato
Nubi su Alpi, Venezia, Basso Piemonte, zone interne del Centro, rilievi del Sud; sereno sul resto d’Italia; rovesci qua e là su Friuli, Venezia Giulia, Bellunese e Cuneese; qualche temporale pomeridiano sui rilevi lucani e campani. Deboli nevicate su Alpi centro-occidentali oltre 1500m.

Domenica
Bel tempo su Piemonte, Ponente ligure, Mantovano, Veronese, Medio-bassa Emilia, Romagna, coste marchigiane, abruzzesi e molisane e su tutto il Meridione. Piogge su Friuli, Venezia Giulia, resto del Veneto e della Lombardia, Toscana, Umbria, Lazio, rilievi di Marche-Abruzzo-Molise. Qualche temporale pomeridiano sul Piacentino. Deboli nevicate sulle Alpi oltre 1500m.

Lunedì
Molte nubi su Alpi con deboli nevicate oltre 1500 m su Valtellina e Alto Adige. Bel tempo sul resto del Nord, Sardegna, Bassa Toscana. Nubi sul resto del Centrosud; piogge su Media Toscana, Umbria, Marche, medio-alto Lazio, Puglia, Lucania, Salernitano, Alta Calabria, interno Siiclia.

www.meteogiuliacci.it

Pubblicato il 19 aprile 2012 - Commenti (0)
08
mar

Meteo dal 9 al 12 marzo 2012

L’alta pressione su gran parte del Centronord farà si che per tutto il fine settimana prevalgano condizioni di bel tempo su quasi tutte le regioni centro-settentrionali e sulla Sardegna. Un profondo vortice di bassa pressione a sud della Sicilia invece porterà tutti i giorni sulle regioni meridionali nuvolosità più o meno continua, accompagnata da rovesci intermittenti e anche da temporali, soprattutto sul Salento e sulla Sicilia orientale.

Ma ecco in dettaglio il tempo giorno per giorno:


venerdì 9: un po’ di nubi innocue al Nord; sereno al Centro e Sardegna. Molte nubi al Sud con piogge ovunque tranne in Campania; rovesci e temporali qua e là nel corso del giorno su Calabria ionica, Salento, Sicilia orientale.


Sabato 10: un po’ di nubi dal pomeriggio su Alpi, Levante ligure, Lombardia. Sereno al Centro; molte nubi al Sud e sulla Sardegna meridionale. Piogge su tutto il Sud tranne Salento e Napoletano. Temporali di quando in quando su Sicilia e Bassa Calabria.


Domenica 11: un po’ di nubi su Alpi, Friuli, Piemonte. Sereno su Sardegna e al Centro. Nubi al Sud con qualche rovescio al mattino e al pomeriggio su Lucania, Calabria ionica e Sicilia.


Lunedì 12: sereno su gran parte del Nord, Toscana , Lazio e Sardegna; un po’ di nubi su Alpi, Friuli, Medio Adriatico e al Sud. Piogge, per lo più sotto forma di rovescio, specie al pomeriggio, su Basse Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Lucania, Alta Calabria ionica e Nord della Sicilia.


Temperature in graduale rialzo, ma farà ancora un po’ freddo sulle regioni adriatiche per i venti dai Balcani.

(a cura di Mario Giuliacci)

Pubblicato il 08 marzo 2012 - Commenti (0)
01
mar

Il tempo per il fine settimana

Un fine settimana dal doppio volto. Infatti domani, venerdì, e dopodomani, sabato, il tempo sarà bello e soleggiato ovunque, con temperature al di sopra della media fino a sconfinare nel caldo su gran parte del Centronord. Ma poi da sabato sera nubi in aumento sul Nord Italia per l’avanguardia di una perturbazione in arrivo dal Sud della Francia. La perturbazione porterà un peggioramento del tempo su gran parte dell’Italia. Lunedì invece arriva una seconda perturbazione più intensa che porterà piogge su quasi tutta l’Italia, nevicate sulle Alpi oltre 400-600 metri e un calo delle temperature massime di 10-12 gradi al Nord, 4-6 al Centro e 2-3 al Sud, rispetto ai valori registrati venerdì.

Ma ecco in dettaglio il tempo giorno per giorno.



Venerdì 2 marzo: Tempo bello e soleggiato. Temperature massime diurne tra 18 e 21 gradi su Lombardia, Piemonte, Emilia,Foggiano e tutte le regioni centrali, tranne le Marche; tra 16 e 18 gradi sulle altre regioni. Venti deboli.



Sabato 3 marzo: Nel Nord Italia al mattino sereno ovunque. Dal pomeriggio nubi in lento aumento sulle Alpi, Liguria e Sardegna.. Sereno sulle altre regioni. Dal tardo pomeriggio qualche pioggia su Alpi lombarde, Alto Adige e Nordovest Sardegna. Nella sera qualche pioggia anche su Veneto e Liguria. Temperature massime in calo di 1-2 gradi. Venti deboli.



Domenica 4 marzo: Sereno su Piemonte, Ponente ligure, Sardegna. Nuvoloso o molto nuvoloso sulle altre regioni. Al mattino qualche debole pioggia su Venezie, coste tosco-laziali , Abruzzo, Campania; deboli nevicate su Alto Adige e Alpi Carniche oltre 1200m. Nel pomeriggio piogge deboli su Basso Lazio, Abruzzo, Molise, Foggiano, Barese, Campania, Lucania, Calabria; nevicate oltre 800-1000 m anche su Alpi lombarde e Val d’Aosta. Nella notte piogge su tutto il Nord Italia con neve sulle Alpi oltre 700 m. Temperature massime in ulteriore calo di 2-3 gradi ama ancora gradevoli. Ventoso per Maestrale sulle Isole maggiori.



Lunedì 5 marzo: Molte nubi ovunque. Al mattino piogge su tutto il Nord, regioni tirreniche, Ovest Sicilia; nevicate sulle Alpi oltre 500-600 m. Al pomeriggio piogge,anche temporalesche, su tutta l’Italia, tranne regioni ioniche, coste campane, laziali e toscane. Neve sulle Alpi e sull’Appennino tosco-emiliano oltre 400-600 metri. Nella notte piogge al Nord, regioni tirreniche, Isole; nevicate sulle Alpi e sull’Appennino tosco-emiano e romagnolo oltre 200-400 metri. Forti venti di Libeccio sui mari di Ponente.

www.meteogiuliacci.it

Pubblicato il 01 marzo 2012 - Commenti (0)
28
feb

Una goccia di nube ha 500 miliardi di molecole

Nelle nubi ogni gocciolina ha dimensioni dell’ordine di 30-50 millesimi di millimetro e contiene in media 500 miliardi circa di molecole di vapore. Come è stato possibile metterle insieme? Si potrebbe supporre che là dove si è generata la gocciolina vi siano stati, in tempi brevissimi, miliardi di urti molecolari casuali. Ma si può dimostrare che un simile evento sarebbe possibile soltanto se il numero di molecole di vapore fosse di gran lunga superiore a quello che si riscontra normalmente in natura, in condizioni di saturazione.

In particolare, in 1 cm³ di aria si formerebbe una goccia ogni 1000 anni se la concentrazione di vapore fosse il triplo di quella di saturazione, una goccia al secondo per saturazioni 4 volte superiori e 1000 gocce per concentrazioni quintuple. Sfortunatamente, in natura il vapore acqueo non raggiunge mai sovrasaturazioni così elevate e allora occorre supporre che le gocce di nube si formino con qualche altro processo. In effetti, gran parte delle particelle di pulviscolo atmosferico igroscopico, con dimensioni comprese tra 0.1 e 4 millesimi di millimetro, funge da nucleo di condensazione, ovvero agevola il coagulo delle molecole di vapore acqueo.

Pubblicato il 28 febbraio 2012 - Commenti (0)
02
dic

Prima le nuvole... poi sole per il ponte

L’avanguardia di una debole perturbazione atlantica ha raggiunto oggi, venerdì 2, il Nord Italia e le regioni tirreniche, con venti di Libeccio. La perturbazione attraverserà, sabato 3, il Nord dell’Italia per poi raggiungere, domenica 4, anche il Centro sud. Lunedì ancora nuvole sulle Alpi e sulle regioni tirreniche per un’altra debole perturbazione, la quale poi martedì, interesserà le regioni adriatiche. Poi, mercoledì e giovedì, tornano l’alta pressione, il bel tempo ovunque, ma anche le nebbie al Nord. Venerdì sera probabile nuovo peggioramento al Nord.



Ma ecco in dettaglio il tempo per i prossimi giorni:

Venerdì 2: nubi al Nord e regioni tirreniche; qualche pioggia su Liguria, Lazio, Campania, Alta Toscana.

Sabato 3: ancora nuvole al Nord e regioni tirreniche; piogge su Levante ligure, Alta Toscana, Alpi centro-orientali, Friuli, Venezia Giulia, , Campania.

Domenica 4: molte nubi al Nord; poco nuvoloso o nuvoloso sul resto d’Italia; qualche pioggia su Lazio,Campania, Nord Sardegna.

Lunedì 5: nubi su Alpi, regioni tirreniche, Sardegna. Qualche pioggia su regioni tirreniche.

Temperature

Martedì in calo al Nord e poi, venerdì anche al Centro.

Pubblicato il 02 dicembre 2011 - Commenti (0)
04
nov

L’autunno ora fa sul serio

Ecco la posizione prevista, per domenica 6 novembre, del vortice di bassa pressione che insisterà sull’Italia fino a mercoledì
Ecco la posizione prevista, per domenica 6 novembre, del vortice di bassa pressione che insisterà sull’Italia fino a mercoledì

In arrivo una lunga e intensa fase di tempo piovoso

La fase di maltempo iniziata giovedì 3 novembre sull’Italia, durerà almeno fino a tutta la prossima settimana e sarà accompagnata da forti piogge su molte regioni Centrosettentrionali. Tutto ciò a seguito dell’azione di due intense perturbazioni atlantiche: una, quella appena giunta oggi sul Nord Italia, la quale poi sabato si estenderà a tutta l’Italia, insistendo sulla penisola fino a mercoledì prossimo con un profondo vortice di bassa pressione; la seconda perturbazione, in arrivo tra mercoledì 9 e giovedì 10 novembre, insisterà sull’Italia fino alla fine della prossima settimana. Le piogge risulteranno abbondanti e di gran lunga al di sopra della media del periodo su Alpi, Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli e regioni tirreniche; al di sotto della media invece solo su Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Gargano, Lucania.

Temperature

In lieve graduale rialzo fino a domenica 6, poi in calo.

Ma ecco in dettaglio il tempo nei prossimi giorni

Venerdì 4 novembre: molte nubi su gran parte del Centronord e Sardegna; un po’ di nubi anche su Marche, Abruzzo, Molise, Lazio e al Sud. Piogge su tutto il Nord Italia (tranne Emilia-Romagna) e sulla Toscana e di forte intensità sul Levante Ligure e sulle Prealpi lombarde; nevicate sulle Alpi centro-occidentali oltre 1500-1700 metri.

Sabato 5: molte nubi al Nord (tranne Romagna, coste venete), su Toscana e Marche; un po’ di nubi anche su Lazio, Sardegna, Salento, Calabria ionica, Sud Sicilia; piogge su tutto il Nord Italia, Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna e di forte intensità su Piemonte e Ponente ligure. Neve su Alpi occidentali, Val d’Aosta oltre 1800 metri.

Domenica 6: schiarite su regioni di Nordovest, Toscana, Marche; molte nubi sul resto d’Italia; piogge su quasi tutta l’Italia e di forte intensità sul Friuli.

Lunedì 7: nubi su Alpi centro-orientali, Venezie, Liguria, Emilia, Romagna, regioni centrali, Sardegna; piogge su Alpi centro-orientali, Venezia, Liguria, Basso Piemonte, Toscana, Umbria, Lazio.

Pubblicato il 04 novembre 2011 - Commenti (0)
21
ott

Cenni d'inverno sull'Italia

Fino a domenica 23 un vortice di bassa pressione abbraccerà tutta l’Italia, sospingendo però correnti umide occidentali solo sulle regioni centro-meridionali
Fino a domenica 23 un vortice di bassa pressione abbraccerà tutta l’Italia, sospingendo però correnti umide occidentali solo sulle regioni centro-meridionali

La perturbazione atlantica giunta sull’Italia mercoledì scorso, è accompagnata da un vortice di bassa pressione il quale insisterà sull’Italia fino a domenica 23, ma solo con un po’ di nuvole al Centrosud e qualche pioggia al Sud. Nel corso di Lunedì invece peggiora su Alpi occidentali e Sardegna per l’avanguardia di una perturbazione in arrivo dalla Francia; peggiora anche su Sicilia e Calabria per una perturbazione africana. Le due perturbazioni tra martedì 25 e mercoledì 26 porteranno piogge su quasi tutta l’Italia.

La temperatura sarà in ulteriore calo tra venerdì e sabato al Centronord e farà un po’ di freddo al Nord fino a lunedì.

Ma ecco in dettaglio il tempo previsto:

Venerdì 21:
sereno al Nord e su regioni del Medio-Alto Tirreno; un po’ di nuvole sul resto d’Italia; qualche pioggia su rilievi di Abruzzo-Molise e al Sud.

Sabato 22: nubi su regioni del Medio-Basso Adriatico, Umbria, Toscana, Lazio, Calabria, Sicilia, Sardegna. Qualche pioggia su zone interne di Marche-Lazio-Abruzzo-Molise e su regioni ioniche.

Domenica 23: un po’di nubi su regioni del Medio-Basso Adriatico, regioni appenniniche, Calabria, Sardegna. Piogge su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Bassa Calabria, Est Sicilia, Sud Sardegna.

Lunedì 24: rasserena dal pomeriggio su regioni adriatiche; nubi su regioni di Nordovest, regioni appenniniche, Calabria, Isole. Piogge su Est Sardegna, regioni ioniche, Sicilia, Alpi occidentali.

Pubblicato il 21 ottobre 2011 - Commenti (0)
02
mag

Perché le nuvole… non cadono

Il vapore liberato da oceani, mari, laghi, fiumi e vegetazione viene trasportato verso l’alto dalle correnti aeree ascendenti di varia natura: moti convettivi al di sopra delle superfici più soleggiate, sollevamento forzato sul lato sopravvento agli ostacoli orografici, sollevamento al passaggio di un fronte freddo e o di un fronte caldo, risucchio dell’aria verso l’alto là dove sta passando la bassa pressione di una perturbazione atlantica o nord africana.

     Nell’ascesa verso pressioni via via minori, l’aria si raffredda, per espansione, di 1° C circa ogni 100 metri, fino a raggiungere, prima o poi, la saturazione. A questo punto sarebbe naturale attendersi che, qualora l'ascesa prosegua, l’ulteriore raffreddamento determini la condensazione del vapore acqueo ovvero l’unione delle molecole di vapore eccedente, generando in tal modo goccioline di nube (droplet). Ma come fa la nube a restare sospesa nel cielo? Insomma perché, seppure in modo lento, il peso delle sue goccioline (diametri intorno a 10-50 millesimi di millimetro e concentrazioni di 300-600 milioni per m3)  non la fa cadere verso il suolo?

     Ebbene, in realtà le microscopiche droplets galleggiano nell’aria perché sostenute dalle stesse correnti ascendenti che hanno portato alla formazione della nube stessa.

Pubblicato il 02 maggio 2011 - Commenti (0)

Pubblicita

Autore del blog

Il meteo di Giuliacci

Col. Mario Giuliacci

Mario Giuliacci è un meteorologo, personaggio televisivo e colonnello italiano. È laureato all'Università La Sapienza di Roma. È autore di diversi libri sulla meteorologia. Attualmente cura su LA7 la rubrica del meteo per il fine settimana.

Calendario

<<maggio 2024>>
lmmgvsd
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati