22
nov

Meno umido in casa con la nebbia

La nebbia è un inequivocabile sintomo che l’umidità relativa dell’aria, in quel luogo e in quell’istante, ha raggiunto il valore del 100%. Ricordiamo che l’umidità relativa indica, non tanto quanti grammi di vapore ci sono nel volume d’aria considerato, ma piuttosto quanto l’aria sia più o meno vicina alla saturazione: ad esempio, un’umidità relativa del 70% significa che alla massa d’aria manca ancora, a quella temperatura, il 30%, per diventare satura e condensare sotto forma di nebbia o di nube. La casalinga che, al primo mattino, vuole aprire le finestre per cambiare l’aria, potrebbe di conseguenza pensare che, se lo facesse, l’umidità in casa aumenterebbe. Niente di più sbagliato! In effetti, negli ambienti chiusi con una temperatura interna di 20 °C e umidità relativa intorno 60% (i valori ottimali dal punto di vista del confort fisiologico), l’umidità assoluta reale, a quella temperatura, equivale a circa 12.5 grammi di vapore per metro cubo di aria.

Supponiamo allora che, con tali condizioni iniziali, in una mattina nebbiosa con aria esterna a zero gradi (e quindi umidità assoluta pari a 4.5 grammi per metro cubo), decidiate di aprire le finestre per il ricambio dell’aria, e supponiamo anche che, a seguito di tale azione, la temperatura dei locali scenda ad un valore di 10 °C. Il rimescolamento tra il metro cubo di aria nebbiosa esterna contenente 4.5 grammi con quella interna, inizialmente contenente 12.5 grammi per metro cubo, darà luogo, all’interno dell’ambiente, a una nuova massa d’aria, il cui contenuto di vapore sarà, ovviamente, intorno alla media dei due valori, ovvero circa 9 grammi per metro cubo. In conclusione: l’aria nei locali appena aerati passerebbe da un contenuto di 12.5 grammi per metro cubo ad appena 9 grammi, insomma diventerebbe più secca di quella preesistente. Paradossale, vero? È chiaro allora che le casalinghe, che nelle giornate nebbiose non aprono le finestre, nel timore che entri in casa troppa umidità, in realtà compiono un madornale errore!

Pubblicato il 22 novembre 2011 - Commenti (0)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Pubblicita

Autore del blog

Il meteo di Giuliacci

Col. Mario Giuliacci

Mario Giuliacci è un meteorologo, personaggio televisivo e colonnello italiano. È laureato all'Università La Sapienza di Roma. È autore di diversi libri sulla meteorologia. Attualmente cura su LA7 la rubrica del meteo per il fine settimana.

Calendario

<<giugno 2024>>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati