07
giu

Mio figlio gioca alla pentolaccia

Mio figlio gioca alla pentolaccia

I genitori di Luca sono esasperati, oltre che preoccupati: il ragazzo ha lasciato da qualche settimana gli studi al secondo anno di scuola superiore, e passa i pomeriggi ai giardinetti con gli amici. Fuma, e non solo sigarette. In casa c’è poco, è sempre irritabile, se la prende con i fratelli più piccoli, specialmente con il secondo, che invece va bene a scuola, fa sport, “ lui non crea problemi…”.

Al papà, Luca sembra “uno che sta giocando alla pentolaccia: bendato, mena colpi all’impazzata. Ma non sa verso quale obiettivo”.

Con Luca ci vediamo cinque volte: parliamo della famiglia, degli amici (“sono loro la mia famiglia!”), delle canne, delle scelte scolastiche per l’anno prossimo. Del lavoro che i suoi genitori gli hanno proposto/imposto per l’estate: “non ci vado tanto volentieri, adesso che i miei amici saranno tutti a casa. Ma i miei hanno ragione. Ho fatto vacanza tutto l’inverno”.

Luca vuole davvero bene ai suoi genitori, ma è deluso, come loro lo sono di lui. Non sa più chi è e che cosa vuole. Ha perso l’orientamento, e non solo quello scolastico. Gli amici lo sostengono, ma con loro tutto si gioca nel presente, nell’immediatezza del pomeriggio ai giardini o della serata in discoteca. E il domani? E il passaggio all’età adulta? Luca si è fermato nella ricerca di soddisfazioni a breve termine, nell’anestesia delle canne e dei videogiochi, perché non sa se ce la farà a diventare adulto. Ha bisogno di ritrovare un senso in ciò che fa.

I genitori lo possono aiutare, tenendo aperta la riflessione. I mesi di lavoro gli insegneranno a stare con gli adulti, a sentire che è in grado di prendersi il carico delle responsabilità. La scelta di una scuola più idonea gli permetterà di rilanciarsi, di dare smalto alle sue parti adulte.   Il percorso verso l’età adulta potrà riprendere.

Pubblicato il 07 giugno 2010 - Commenti (0)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Pubblicita

Autore del blog

Mio figlio l'adolescente

Fabrizio Fantoni

Fabrizio Fantoni, 55 anni, sposato, tre figli. Psicologo psicoterapeuta, esperto di adolescenti.

 

Calendario

<<giugno 2024>>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati