31
ott

Pensieri orientativi (1)

Sono in una terza media. Stiamo parlando di orientamento. “Io, dice Fulvio, l’anno prossimo farò un professionale per diventare cuoco.”.  Gli chiedo: “Un istituto professionale di 5 anni o un corso professionale di 3?” “Non lo so ancora”.  “Perché vuoi diventare cuoco?” “Perché mi piace”. “Se venissi a casa tua, quale piatto mi offriresti, perché sei bravi a cucinarlo?” Fulvio mi sorride, mentre i compagni ci ascoltano attenti, e non risponde. Più tardi mi dirà che non ha mai cotto un uovo, né affettato una cipolla.

Irene invece vuole fare il turistico; le chiedo conferma che sta pensando ad un istituto tecnico di 5 anni. Mi dice di sì e mi chiede in quali materie bisogna essere bravi per fare quella scuola. Le rispondo che dovrebbe valutare in particolare il suo andamento nelle lingue straniere e in geografia. Le chiedo anche se ritiene di avere una buona base grammaticale, per affrontare meglio lo studio delle lingue. Irene si preoccupa un po’. Le chiedo pure perché pensa al turistico. “Perché voglio viaggiare tanto e stare lontano dai miei”, mi dice.

 La scelta della scuola secondaria superiore è un mix di desideri, proiezioni nel futuro di adulto, consapevolezza di abilità acquisite e di attitudini individuali. Si aggiunge a questo il passaggio davvero epocale da una prima adolescenza, caratterizzata dai cambiamenti fisici della pubertà, dei 12/13 anni alla piena adolescenza che coincide con gli anni iniziali delle scuole superiori (14/17 anni). Il che significa un nuovo modo di pensare a sé, di presentarsi (capire come si vuole essere visti nel presente) e di progettarsi (chi si vuole diventare nel futuro).

Accompagnare i figli nella scelta, che è loro e solo loro possono fare, vuol dire non solo parlare di scuole diverse, ma anche considerare questo quadro. Approfondirò queste riflessioni in alcuni prossimi post. Se qualcuno ha quesiti da porre, li attendo nei commenti per prenderli in considerazione nei contributi delle prossime settimane.   

Pubblicato il 31 ottobre 2012 - Commenti (1)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da abba il 31/10/2012 22:42

ho cercato di lasciare spazio alle predisposizioni dei miei figli ma e' difficile indovinare sono troppo piccoli , inoltre anche gli insegnanti a vote sembra che non conoscano e capiscano I ragazzi.

Pubblicita

Autore del blog

Mio figlio l'adolescente

Fabrizio Fantoni

Fabrizio Fantoni, 55 anni, sposato, tre figli. Psicologo psicoterapeuta, esperto di adolescenti.

 

Calendario

<<aprile 2024>>
lmmgvsd
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati