22
ott

La cura del cibo

Mio marito ha iniziato la dieta. Vorrei parlare con voi di cibo, di quello che sto scoprendo nel mio ruolo di diet-coach, buone abitudini per tutti, grassi e magri, grandi e piccoli:

Si può cucinare senza usare grassi: l’ho sentito dire tante volte ma di fronte a una padella vuota, ho sempre fatto il mezzo giro con l’olio. E invece, in questi giorni, ho provato: ho scaldato le pentole anti-aderenti e poi ho cotto soffritti (li chiamo così per intenderci), ragù, scaloppine, frittate, risotti, etc. senza usare un goccio d’olio, se non a cottura ultimata. Ho superato un tabù e i risultati sono stati ottimi. L’olio a crudo è un alimento eccellente (in dosi moderate), soffritto si denatura.

Si può vivere senza mangiare un dolce a fine pasto. So che per molti di voi ciò è già ovvio, ma in casa nostra, per molto tempo, abbiamo coltivato quest’abitudine. Caterina, dopo la pappa, dice: “Ato, ato!” (gelato). L’occasione della dieta ci ha permesso di ricontrattare con i bambini il tempo per i dolci: colazione e merenda; a fine pasto solo per le occasioni speciali. I figli hanno metabolizzato la nuova regola in un lampo… noi abbiamo faticato molto di più.

Variare gli alimenti e fare pasti completi (carboidrati, proteine, grassi e vitamine). Oggi ho preparato dei maxi hamburger con pane fresco, carne e erbe aromatiche, pomodori e zucchine alla griglia e un tocco di ketchup… un pasto completo che ha riscosso grande soddisfazione in tutti.

Quando che mi metto ai fornelli penso ai miei figli, ai loro gusti e alla loro salute… mi immagino le loro facce di fronte a ogni piatto . Voglio condividere con voi qualche piccolo trucco che in casa nostra ha raccolto buoni successi:

- la frutta con gli stecchini: dire che per merenda c’è frutta mi fa raccogliere fischi e lamenti. Presentare un piatto con diversa frutta tagliata a pezzi e sistemata in modo originale, e offrire a tutti i bambini gli stecchetti che solitamente usano per mangiare i bocconcini di pollo al fast-food (li vendono nei supermercati) ha fatto acquisire molti punti a questa merenda… le volte in cui hanno anche partecipato alla composizione del piatto, ho svuotato le scorte di frutta.
- La pastina con la cannuccia… poter bere così il brodo di verdura ha fatto acquisire molto fascino alla pietanza e ha ridotto drasticamente gli sbrodolamenti. Aspetto consigli, le buone pratiche di casa vostra, le fatiche che vi trovate ad affrontare attorno alla tavola.

Fatevi servire e buon appetito a tutti!

Pubblicato il 22 ottobre 2010 - Commenti (2)

I vostri commenti

Commenta

Per poter scrivere un'opinione è necessario effettuare il login

Se non sei registrato clicca qui

Postato da Molly il 02/11/2010 13:57

Confesso: mi piace cucinare, lo faccio anche bene e i miei figli sono dei buon gustai! dalle cozze alla peperonata, dal timballo di riso e zucca al broccolo in padella! insomma da sempre ho curato il loro gusto e l'amore per il cibo dove il nostro motto è se assaggi vedrai che poi ti piace... certo non sempre funziona ma... tentar non nuoce... non trattiamo i nostri piccoli con troppa delicatezza mio figlio Filippo a due anni si mangi agli spaghetti con le vongole!!! e che fa? osiamo fa assaggiare e gustare cose nuove proviamo almeno... nessuno è uno chef e so che a molte donne la cucina non piace proprio ma siamo nell'era di internet dove se curiosi un pò nel web ci trovi ricette, videoricette e consigli per tutte le tasche... non ho mai imposto nulla ai miei e quelle scene che ho subito da piccola del tipo non ti alzi da tavola finchè non hai finito la tua cicoria non le ho mai riproposte anche perchè il risultato è che odio la cicoria e non la mangerei nenache sotto tortura! Penso a quelle mamme che si disperano perchè corrono dietro ai filgi per farli mangiare... Ma siamo sicure che quella del cibo è una battaglia da vincere a tutti i costi? forse in effetti quello che cucinate non piace o il vostro pargoletto\a è solo un bimbo\a che non ama mangiare molto .... nelle nostre città nessun bimbo è denutrito! Ogni tanto poi mangiate pure qualche "schefezza" fate pure una cenetta patatine fritte e cotoletta, o pizza e cocacola concedete qualche piccolo svago se no il proibito diventerà il cercato... a casa mia si era di un rigido sulla nutella, le merendine, le bibite gassate che quando sono cresciuta mi sono scatenata!!! I miei figli non amamo mangiare i mandarini - si sopravvive molto bene anche senza in effetti- ma ho scoperto che spremuti - ma non si facevano le speremute d'arancia? - ne vanno matti!!! L''uva gliela infilo come uno spiedino e si divorano tutto... spolverate un pò di zucchero a velo sui Kiwi e metteteci sopra un pò di granella di nocciole... inventate e scoprirete che la cucina è fantasia pura! I vostri figli non mangino gli spinaci e la storia di Braccio di Ferro non prende nessuno ? li avete provati in padella con il parmiggiano grattato o l'emmental? sono buonissimi ... allora forza ognuno tiri fuori il grande cuoco che c'è dentro di se! un sorriso Molly

Postato da Beba il 29/10/2010 13:37

Noi abbiamo problemi con i valori di colesterolo alto (per familiarità), non rinunciamo ai dolci, allora in tutti i dolci che faccio al posto del burro (dove previsto) metto una tazzina di latte. Certo è un pò difficile far seguire una dieta (tipo adulti) ai bambini, ma ci sforziamo.

Pubblicita

Autore del blog

Noi mamme

Barbara Tamborini

Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di libri sull'educazione. Ha 4 figli.

Calendario

<<febbraio 2024>>
lmmgvsd
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829
gli altri blog di Famigliacristiana
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati