23
mar

Rinaldo e famiglia, il pacco viveri non basta

RINALDO, 57 anni. Ha moglie e due figli maggiorenni ma disoccupati nonostante la disperata ricerca di un qualsiasi lavoro, non facile da reperire nel paese in cui vivono. L’uomo è riconosciuto invalido civile per gravi patologie. Avendo raggiunto uno stadio critico della malattia, è assolutamente necessario per lui sottoporsi a trapianto di fegato. Per questo motivo Rinaldo è in lista d'attesa in diversi ospedalie spera da un giorno all'altro di venire chiamato, ma nello stesso tempo Rinaldo è molto preoccupato per il carico economico che il suo trasferimento comporta. L’uomo non ha mai avuto un lavoro fisso, la moglie è casalinga e i figli fanno tutto quello che possono. Di condizioni estremamente precarie, la famiglia ha sempre dovuto ricorrere all’aiuto della parrocchia che interviene solo con il pacco viveri. Il loro parroco li raccomanda come gente onesta e dignitosa, meritevoli d’essere sostenuti in questa nuova emergenza dovuta alla malattia.

Pubblicato il 23 marzo 2011 - Commenti (0)
16
mar

La vita di Vanda, tra sacrifici e umiliazioni

VANDA, 35 anni, vive con il marito e due figli minori in una situazione di grave difficoltà. Causa la mancanza di un lavoro fisso, la loro è una vita di sacrifici e umiliazioni. Vanno avanti da anni solo con entrate di lavori saltuari e fidando nelle persone di buon cuore. Ultimamente la situazione è precipitata: il marito ha cominciato ad accusare gravi problemi di salute (epilessia, epatite cronica Hcv correlata) ed è stato riconosciuto invalido; un figlio è risultato affetto da neurofibromatosi, malattia che condiziona lo sviluppo e la crescita dei tessuti nervosi e provoca la comparsa di tumori benigni sui nervi. Il bambino, soprattutto, necessita di controlli medici multispecialistici presso strutture sanitarie di provata esperienza nel settore, ma la madre non lavora e la sola pensione di invalidità del capofamiglia è inadeguata rispetto al fabbisogno. Vanda deve far fronte a tali e tante necessità immediate per i suoi cari, che solo un intervento di solidarietà può aiutarla.

Pubblicato il 16 marzo 2011 - Commenti (0)
09
mar

E Andreina si affida alla nostra solidarietà

ANDREINA, 41 anni, sposata. Ha tre figli, due maggiorenni e una bambina di 11 anni, colpiti da sindrome di Raynaud idiopatica (disturbo della circolazione) e celiachia. Questa situazione già di per sé pesante, è aggravata dagli ultimi risultati clinici riguardanti la malattia di Andreina. La donna è risultata affetta da malformazione di Arnold-Chiari, una rara patologia neurologica. Per lei i medici ritengono urgentissimo un trattamento neurochirurgico in una struttura idonea, che non si trova nella regione dove la donna abita. Recarsi presso questa struttura rappresenta un costo aggiuntivo di notevoli proporzioni per la famiglia di Andreina. Il marito, autista di professione, alla fine dello scorso anno ha ricevuto la lettera di licenziamento. Nonostante sia alla disperata ricerca di lavoro l’uomo è ancora disoccupato, con pesanti conseguenze per i suoi cari, che dipendono solo dal suo reddito. Andreina conta molto sull’intervento propostole dai medici e si affida alla solidarietà dei nostri lettori.

Pubblicato il 09 marzo 2011 - Commenti (0)
02
mar

Basilio e i suoi figli hanno bisogno di noi

BASILIO, 64 anni, affetto da epatopatia cronica Hcv correlata e diabete mellito. Urostomizzato a causa di tumore maligno alla vescica, è stato dichiarato invalido totale. L’uomo porta avanti come può il suo fardello familiare: due figli rispettivamente di 8 e 17 anni, entrambi studenti. I minori, per problematiche di tipo comportamentale, sono seguiti dal Servizio Salute Mentale Infanzia e Adolescenza. Le gravi difficoltà che vivono i figli sono correlate anche alla recente scomparsa della madre, rimasta tre anni in coma irreversibile e accudita dal capofamiglia con premurosa pazienza e grande dispendio di energie. Adesso, molto debilitato per le sue condizioni di salute, Basilio necessita di cure anche a pagamento, ma la sua misera pensione d’invalidità è del tutto insufficiente a sostenere questo ulteriore cumulo di spese. La famigliola, che vive in casa d’affitto, ci viene raccomandata caldamente dal loro parroco per evitare che perda anche un tetto sotto cui vivere.

Pubblicato il 02 marzo 2011 - Commenti (0)

Associazione don Zilli

Chi volesse intervenire a favore di questo caso e di altre attività benefiche e culturali, che non possono essere segnalate singolarmente, mandi le sue offerte servendosi del c/c postale. n. 14365209, intestato a: Associazione don Giuseppe Zilli - Onlus - Il caso della settimana - Via Giotto 36 - 20145 Milano, oppure del c/c bancario IBAN: IT54 I030 6909 515 10000000 7890  presso Banca Intesa Sanpaolo spa, o utilizzando la Carta di Credito entrando nell' area donazioni del sito dell'associazione Don Zilli all'Associazione don Giuseppe Zilli onlus, oppure comunicare il numero della Carta di Credito e la data di scadenza telefonicamente 02.480.120.40, o con posta elettronica donzilli@stpauls.it ricordando di indicare la causale del versamento. Tutte le offerte vengono devolute in beneficenza, e comunque per fini propri dell’Associazione, in base alle indicazioni dei contribuenti e alle reali necessità, accuratamente controllate, dei casi proposti. Le richieste di aiuto, documentate, devono essere presentate per iscritto all’Associazione don Giuseppe Zilli - Via Giotto 36 - 20145 Milano - tel. 02/480.120.40. La loro pubblicazione viene decisa, a discrezione dell’Associazione, solo dopo i necessari riscontri.

Ogni erogazione liberale a favore delle attività dell'Associazione Don Giuseppe Zilli onlus è fiscalmente deducibili ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. 4/12/1997 n.460 e dell'art.14 Capo VIII del D.Lgs. 14/03/2005 n.35.

Calendario

<<febbraio 2024>>
lmmgvsd
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829
a
Periodici San Paolo S.r.l. Sede legale: Piazza San Paolo,14 - 12051 Alba (CN)
Cod. fisc./P.Iva e iscrizione al Registro Imprese di Cuneo n. 00980500045 Capitale sociale € 5.164.569,00 i.v.
Copyright © 2012 Periodici San Paolo S.r.l. - Tutti i diritti riservati